NEWS

Il Festival è al San Paolo, il Napoli mata la Lazio

NAPOLI – LAZIO 4 – 1
“In questo momento non siamo all’altezza del Napoli”. Questa la dichiarazione di Simone Inzaghi ai microfoni Sky dopo la severa sconfitta subita nel secondo tempo. Il primo tempo aveva illuso i biancocelesti di aver la gara in pugno. Il Napoli è sceso in campo nervoso, come ha confermato anche Maurizio Sarri e ha subito la superiorità fisica della Lazio passata in vantaggio nei minuti iniziali. Una pressione costante con un Napoli incapace di proporsi nel suo solito palleggio che non riusciva a trovare linee di passaggio. Solo sul finire del tempo, Callejon ha trovato una giocata magica consentendo al Napoli di andare al riposo in parità. Poi è iniziato lo show, lo spettacolo, il festival dei gol con un Napoli che riesce a rimontare per la settima volta e ad ottenere l’ottava vittoria consecutiva. Maurizio Sarri, che ha visto buona parte della gara in alto, dopo l’espulsione, parla di maturità e certezze raggiunte ma non sottovaluta le troppe volte in cui il Napoli prende gol nei minuti iniziali. “Nel primo tempo abbiamo sofferto e siamo stati fortunati a pareggiare sul finire del tempo. C’è images-67comunque maggiore consapevolezza di poter ribaltare il risultato.” Tuttavia contro la Lazio il Napoli ha giocato anche per Faouzi Ghoulam presentandosi al suo pubblico con la maglietta n.31 a testimoniare un’unità che è l’anima di questa squadra.

Nel primo tempo è subito la Lazio a proporsi e Tonelli è pronto a chiudere su Immobile, ma al 3° minuto un cross di Immobile dalla destra, viene sfiorato da De Vrji che insacca. Il Napoli è in svantaggio. La partita si fa nervosa e Insigne si scontra a muso duro con Wallace. Luis Alberto interviene duramente su Allan che dopo un minuto è ancora messo giù da un altro brutto fallo di Lulic. Sarri protesta ma Banti lascia proseguire. Al 10° ancora giù Allan e Banti invita alla calma ma non estrae il cartellino. Il Napoli lotta su ogni pallone ma con scarsa lucidità e con Hamsik poco incisivo. Al 14° Mertens subisce un fallaccio da De Varji che Banti non rileva. Al 22° prima grande occasione per Insigne servito da Hamsik: conclusione a giro di pochissimo a lato. Al 24° , in area, Wallace butta giù Mertens: rigore? Per Banti non è successo niente. Al 34° ancora prova Insigne con la palla di poco fuori. Si fa nuovamente avanti la Lazio con un tiro di L.Alberto e al 38° prova Milinkovic Savic con Reina attento. Al 44° Jorginho da centro campo, vede Callejon in posizione avanzata: trova la traiettoria e lo spagnolo si trova solo davanti a Strakosha, controlla e trova il pareggio. Il boato del San Paolo giunge a Roma.

Nel secondo tempo il Napoli scende in campo con uno spettatore in più: Maurizio Sarri che sul finire del tempo è stato espulso da Banti per proteste. Ma scende in campo anche senza il suo capitano che accusava dolori alla schiena,  sostituito da Zielinski in gran forma. Dall’alto Sarri inizia a godere lo show che sta per iniziare: al 54° Callejon corre fino in fondo e crossa al centro per Wallace che intercetta e mette dentro per il vantaggio degli azzurri. Due minuti dopo Mario Rui sulla trequarti, prova la conclusione: sulla traiettoria c’è Zielinski che forse sfiora, ma il pallone finisce comunque alla spalle di Strakosha. Napoli-Lazio 3-1. Un altro Napoli è sceso in campo, con più grinta e lucidità e sul 3-1 inizia il vero spettacolo anche per mister Allegri che aveva annunciato che avrebbe guardato la partita. Adesso tutte le giocate riescono, totale possesso palla e al 72° arriva anche il 4° gol delizioso. Zielinski supera due avversari e trova la linea per Mertens che arriva. Il belga con un tocco leggero indirizza la palla  che supera il portiere e s’infila lenta lenta. Pura goduria. Finisce 4-1 per pura magnanimità di Insigne che sfiora il 5° gol : ma è festa grande al San Paolo. Il Napoli ha vinto contro la Sfortuna, contro le pressioni, ha vinto con il suo pubblico, ha vinto con Ghoulam in campo. Inzaghi non può dire come dopo la sconfitta a Roma “senza infortuni non avremmo perso”. Il conto è salato: Napoli – Lazio 8-2

FORMAZIONI
NAPOLI : Reina, Hysaj, Tonelli, Koulibaly, Mario Rui, Hamsik ( 1° st Zielinski), Jorginho, Allan (36° st Rog) ), Insigne, Mertens, Callejon (40° st Maggio)

LAZIO : Strakosha, Wallace, De Vrji, Radu, Marusic, Parolo, Leiva (22° st Nani), Milinkovic Savic, Lulic ( 16° st Lukaku), L. Alberto (16° st Caicedo), Immobile

RETI : 3° De Vrji 44° Callejon, 54° Wallace (aut.), 56° M.Rui, 72° Mertens

AMMONITI : Leiva, Milinkovic, De Vrji

ARBITRO : Banti (Livorno)

Diana Miraglia

FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi
Diana Miraglia
Diana Miraglia
Giornalista

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



rfwbs-slide