NEWS

Il Napoli dice addio alla Champions con una sconfitta a Rotterdam. Al sorteggio di Europa League non sarà però testa di serie

Netherlands Soccer Champions LeagueUna sconfitta è sempre dolorosa, anche nel caso in cui una partita non abbia più particolare senso. Una vittoria a Rotterdam contro il Feyenoord era necessaria al Napoli per sperare in un passo falso dello Shakhtar contro il Manchester City, ma il doppio vantaggio nel primo tempo degli ucraini probabilmente ha inciso su un match che per gli azzurri non si poteva concludere in modo peggiore.

La prima squadra ha replicato quanto nel pomeriggio aveva compiuto la formazione Primavera, iniziando con grande aggressività e chiudendo con una rete in pieno recupero che ha decretato le sconfitte finali. Dopo un minuto di gioco Zielinski, in posizione inedita sulla fascia sinistra al posto di Insigne non convocato, ha segnato la rete del vantaggio azzurro sugli sviluppi di un calcio di punizione di Diawara. Il colpo di testa di Albiol non è arrivato a Mertens che ha creato una mischia in area olandese risolta dal polacco con un movimento deciso. Le due azioni fallite miseramente dal Napoli nei minuti successivi con Mertens e Callejon hanno probabilmente condizionato il risultato. L’aggressività dei padroni di casa, grazie al sostegno di un pubblico davvero “caloroso” e al risultato ancora non blindato, nel corso del primo tempo è cresciuta sempre di più, costringendo il Napoli a numerosi errori in fase di possesso. Su un cross di Berguis da predatore dell’area di rigore Jorgensen ha beffato un Albiol un po’ svagato questa sera e trafitto un impotente Reina.

Nella ripresa il risultato dello Shakhtar ha condizionato il match. Gli azzurri non hanno più giocato con la giusta cattiveria, mentre il Feyenoord ha dimostrato di voler chiudere il girone di Champions con una gioia per il proprio pubblico. Nei minuti di recupero sempre sugli sviluppi di un corner St. Juste ha messo in porta una torre di Jorgensen e ha regalato il primo ed unico successo agli olandesi nel girone. Gli ingressi di Rog e Rui non hanno dato i frutti sperati, soltanto Ounas ha cercato di dare un po’ di vivacità ad una partita piatta e priva di qualsiasi spunto di gioco. Da dimenticare sicuramente le prestazioni di Albiol in difesa e di un Callejon forse troppo stanco per poter giocare una partita intera.

In Europa League ora il Napoli al sorteggio parteciperà non da testa di serie per i pochi punti raccolti nel girone rispetto alle altre terze. Tra l’altro Mertens per un giallo rimediato in partita sarà anche squalificato per la gara d’andata dei sedicesimi, ammonizione abbastanza esagerata a fronte dei tanti interventi non sanzionati dall’arbitro Oliver.

Lorenzo Gaudiano

FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi
LORENZO GAUDIANO
LORENZO GAUDIANO
Collaboratore

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



rfwbs-slide