Napoli-Fiorentina 0-0, la pagella degli azzurri

Reina 6,5: due ottimi interventi, su Simeone prima e Benassi poi. È da un po’ che non subisce gol e parte del merito è sicuramente anche suo.

Hysaj 5,5: da quando la catena di sinistra ha perso i suoi principali interpreti il gioco degli azzurri si svolge molto di più sulla destra e il ragazzo deve fare gli straordinari. Purtroppo i piedi non sono proprio il massimo e spesso sbaglia il cross o l’ultimo passaggio. Meglio in fase di copertura.

Albiol 6,5: fortunatamente il doppio errore commesso nella partita con il Feyenoord non lascia tracce. Contro i viola gioca una buona partita vincendo spesso i duelli ingaggiati con il il giovane e promettente Simeone.

Koulibaly 6,5: è dovunque, in difesa, in mezzo al campo e persino in attacco, sembra quasi che voglia vincere da solo la partita. Granitico in difesa, ma in diverse occasioni fa valere il suo peso anche nell’aria avversaria.

Mario Rui 6: il fatto che giochi fino al triplice fischio dell’arbitro vuol dire che pian pianino sta recuperando una condizione ottimale. L’impegno c’è tutto, ma deve sudare le proverbiali sette camicie per tenere a bada ha un cliente niente male e forse smanioso di mettersi in mostra di fronte a quello che potrebbe diventare il proprio pubblico in un futuro prossimo…

Allan 7: lavora per due, per sé e per lo spento Jorginho. Giocando con cuore, grinta e tantissima generosità, recupera una marea di palloni agli avversari per poi ripartire in azioni pericolose. È senza dubbio lui il migliore in campo degli azzurri. (Dal 76° Rog 5,5: gioca poco più di una quindicina di minuti con una foga incredibile, tant’è che subisce l’ennesima ammonizione per un inutile fallo sul portiere. Ma a chi spetta fagli capire che deve darsi una calmata?).

Jorginho 5: gioca una gara nettamente insufficiente durante la quale contrasta poco e sbaglia un’infinità di passaggi. Calcia alle stelle una buona palla servitagli da Mertens. (Dall’82° Diawara s.v.).

Hamsik 6: il capitano sembra più vivace rispetto alle ultime prestazioni e giocando a tutto campo disputa una discreta partita. Bello il tiro a giro dalla distanza che sfiora il palo finendo sull’esterno della rete. Per la seconda volta di seguito resta in campo per l’intera partita.

Callejon 5,5: disputa una partita opaca dimostrando di non attraversare un buon momento. Da almeno tre partite è l’ombra dell’”equilibratore” che serve al Napoli.

Mertens 5,5: ancora una partita evanescente che conferma il suo periodo nero che dura ormai da quasi un mese. Offre due buoni assist a Zielinski e Jorginho, ma si rende pericoloso in una sola occasione vanificata da un tiro che colpisce in pieno Sportiello.

Zielinski 5,5: impiegato da Sarri ancora sulla sinistra incide poco sulla partita. Le uniche due occasioni gol le spreca calciando la palla nettamente fuori dallo specchio della porta. (Dal 74° Ounas 5,5: gioca una ventina di minuti ma, se si esclude un buon cross teso dalla sinistra, non combina nulla di interessante).

Sarri 5,5: quando ci si trova in una situazione di emergenza, a volte è necessario inventarsi qualcosa, magari dando più fiducia a chi finora ha trovato meno spazio. Ma Sarri non sembra essere dello stesso avviso e forse è proprio questo il suo unico vero limite. E la partita con la Fiorentina ne è la conferma. Ma poiché è un grande allenatore e soprattutto una persona intelligente, di sicuro saprà come gestire la situazione fino a gennaio, quando arriveranno quei due/tre calciatori che si spera siano di suo gradimento e già pronti per scendere in campo.

Roberto Rey

 

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 787 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*