NEWS

Per la porta spunta Seculin. I nomi nuovi sono Memushaj e Maxi Lopez, ma il Benevento fa bene a trattare giocatori over 30?

La Serie A adesso non è più soltanto un sogno, ma realtà. Il Benevento l’anno prossimo riceverà allo stadio Vigorito le grandi del calcio italiano e sarà ospitato negli stadi più importanti d’Italia, oltre ad incrementare la lista di derby della massima serie con il doppio match contro i cugini napoletani. A causa dei numerosi prestiti formalizzati lo scorso anno che potrebbero non essere riconfermati, il club giallorosso in questa sessione di calciomercato cercherà di costruire una squadra competitiva per conseguire la salvezza nella prossima stagione e, perché no, stupire come è stato fatto in B.

maxi-lopez-in-torino-fiorentinaLa questione portiere a causa del ritorno di Cragno a Cagliari terrà impegnato il Benevento nelle prossime settimane. Le soluzioni sono molteplici ma non tutte adeguate. Ai giallorossi occorre un numero uno abile tra i pali, possibilmente abbastanza giovane e bravo con i piedi. Al di là di Sepe che il Napoli presterebbe volentieri al club sannita, l’interesse per il portiere del Chievo Seculin è concreto. Il 27enne di Gorizia ha disputato soltanto 11 presenze con i clivensi a causa della inamovibilità tra i pali di Sorrentino, uno dei pilastri della squadra di Maran. Seculin ha anche vissuto una breve parentesi all’Avellino qualche anno fa, per cui la destinazione Campania potrebbe essere per lui l’occasione finalmente di emergere e trovare continuità sul campo di gioco. La difesa giallorossa, reparto più forte della squadra di Baroni, potrebbe perdere Venuti sulla destra. Pioli vorrebbe valutare prima il ragazzo in ritiro per poi decidere il suo futuro.

A centrocampo il ds Di Somma avrebbe messo gli occhi sul centrocampista della Nazionale albanese e capitano del Pescara Memushaj. L’anno scorso il 31enne ha giocato tutta la stagione con i delfini che poi sono retrocessi in B, non sfigurando in un contesto comunque di difficile valutazione. Le sue qualità di regista ben si adattano ad una squadra che fa del gioco del pallone la sua filosofia calcistica. Gli unici dubbi sul suo acquisto sono legati all’età e alla sua effettiva utilità, considerando che in rosa il Benevento già ha a disposizione i piedi aggraziati di Nicolas Viola.

In attacco i profili più seguiti sono quelli di Maxi Lopez e Coda. Entrambi hanno caratteristiche simili a quelle di Ceravolo che sicuramente Baroni schiererà al centro del suo attacco anche in Serie A. In quest’ottica la conferma di Puscas potrebbe rivelarsi la mossa più conveniente. Il punto di domanda però viene lo stesso: sta facendo bene il Benevento a puntare su giocatori maturi? O sarebbe meglio ingaggiare qualche profilo giovane, come ha fatto l’Atalanta che si è ritrovata in Europa League dopo un campionato eccezionale?

Lorenzo Gaudiano

FacebookTwitterGoogle+EmailCondividi
LORENZO GAUDIANO
LORENZO GAUDIANO
Collaboratore

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.

*



rfwbs-slide