92 anni di emozioni…. e la storia continua

Dopo 92 anni il Napoli è pronto a iniziare una nuova avventura con tante aspettative, dubbi, mugugni, critiche e speranze, ma è sufficiente l’annuncio della formazione e sale la febbre. Questa sera gli azzurri saranno nuovamente in campo a San Gallo, impegnati nell’amichevole contro il Borussia Dortmund per rodare una Ferrari Azzurra che ha ancora qualche pistone fuori posto; poi sabato l’ultimo giro di prova contro il Watford, prima della griglia di partenza sabato 18 agosto a Roma contro la Lazio per spingere la macchina al massimo della potenzialità.
Non parte favorito il Napoli, com’è da 92 anni, pur riuscendo sempre a unire un popolo di tifosi, almeno per 90 minuti, trascinati dall’amore per questa maglia. E’ così da sempre e alcuni post di un tifoso, Carmine Esposito, ricordano il percorso di questa squadra nata ad agosto del 1926: una foto sbiadita di una squadra che concluse la sua prima stagione all’ultimo posto che suggerì ai tifosi di sostituire il simbolo del cavallo in quello del ‘ciuccio’. L’ironia dei napoletani, grande dote, che è riuscita sempre a mutare in sorriso, delusioni cocenti che tutte le generazioni hanno conosciuto.


Nelle foto che Contropiede Azzurro propone, il susseguirsi di momenti storici, importanti, che hanno lasciato il segno in ogni tifoso che vivendo ‘quel’ campionato è stato lo storico del figlio e del nipote. Canè, Altafini e Sivori,  il secondo terzetto con Zoff, Juliano e Hamrim, la Ma.Gi.Ca con Maradona, Giordano e Careca. Su e giù come un’altalena che dà il brivido nell’ascesa e il timore in discesa. Ora è tempo che il ‘ciuccio’ diventi pantera, simbolo di bramosia e ferocia. Il Napoli scende in campo con i suoi tifosi  verso la 93esima stagione d’amore.

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1656 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*