A Dimaro a caccia di “mister x”

I lavori proseguono. Due sedute di allenamento, solita partitella a campo ridotto, pubblico in aumento e voci di mercato che si rincorrono anche se la conferma del blocco dello scorso anno ha molto annacquato le necessità di Sarri e le aspettative dei tifosi.

A movimentare la situazione, come solito, ci pensa il presidente De Laurentiis, arrivato ieri a Dimaro.

Parla di un fantomatico “mister x” che sarebbe pronto a regalare al tecnico e inizia così una sorta di gioco per capire di chi potrebbe trattarsi.

Tornando al campo, la mattinata è stata dedicata alla tecnica ed alla tattica. Sarri ha utilizzato il drone soprattutto per verificare i movimenti della linea difensiva. All’allenamento non ha partecipato Hysaj affetto da tonsillite. Nel pomeriggio esercizi di attivazione con e senza palla ed infine partitella a campo ridotto.

Al mattino tutto lo staff e tutti i giocatori hanno voluto rendere omaggio alle vittime di Torre Annunziata con un minuto di raccoglimento. Poi dopo gli allenamenti muscoli nell’acqua fredda e incontri con i tifosi per i giocatori di turno.

Si diceva di De Laurentiis. In serata si sono dissipate alcune problematiche, sollevate dalla Roma, sul passaggio di Mario Rui. Il portoghese lunedì sosterrà la visite mediche e martedì a questo punto dovrebbe arrivare a Dimaro.

Il presidente, lanciato l’amo alla tifoseria e a i media, proverà a sistemare la vicenda Reina. E’ prevedibile che De Laurentiis ci provi subito. Stasera a Folgarida, Sarri e due giocatori parleranno nella prima conferenza stampa. Sarà sicuramente presente anche il presidente che potrebbe annunziare l’accordo con Reina e poi divertirsi a fornire qualche altro particolare sul “mister x”.

L’ambiente è sereno, il lavoro prosegue secondo i programmi, Giuntoli ha qualche altra trattativa da chiudere, sembra prossimo il passaggio di Zapata al Torino e in settimana ci sarà la prima partita ufficiale.

Giovanni Gaudiano

 

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*