Intervista al Prof. Crosio, presidente della “A.S.D. Zero90nove volley”

Con la nuova rubrica “’A voce d’e’ creature” Contropiede Azzurro intende portare alla conoscenza dei propri lettori le migliori associazioni sportive napoletane che, pur lavorando tra le mille difficoltà presenti in una città come Napoli, riescono ad avvicinare allo sport un’enorme quantità di bambini e ragazzi.

Lo staff dell'Associazione Sportiva "A.S.D. Zero90nove volley"
Il Prof. Giuseppe Crosio (al centro) con lo staff dell’Associazione Sportiva “A.S.D. Zero90nove volley”

In questo primo numero inizieremo a conoscere l’Associazione Sportiva “A.S.D. Zero90nove volley” sita in via San Giacomo Dei Capri 43 (Napoli) e presieduta dal Prof. Giuseppe Crosio al quale abbiamo rivolto alcune domande:

Da dove nasce la sua passione per lo sport?
R) All’età di 14 anni fui coinvolto da un amico a praticare il canottaggio e da quel momento il mio interesse si è arricchito fino al punto di voler partecipare al concorso per entrare, all’allora ISEF, l’accademia dello sport.
LOGO-OKQuando nasce l’idea di dare inizio all’associazione sportiva “A.S.D. Zero90nove volley” e cosa l’ha spinto a concretizzarla?
R) L’idea è nata quando mio figlio decise di iscriversi alla facoltà di Scienze Motorie, infatti con lui e con mia moglie, anche lei insegnante di Scienze Motorie, mettemmo in piedi l’idea di costituire l’associazione sportiva, così da dare la possibilità a lui e ad altri giovani un piccolo sbocco professionale, magari in attesa che un governo qualsiasi si ricordi di inserire nelle attività curriculari della scuola primaria le Scienze Motorie
Può dirci come è strutturata la società e in che modo si finanzia?
R) L’associazione ha un suo statuto ed è costituita dai soci fondatori e dagli istruttori delle discipline sportive di cui ci occupiamo, pallavolo, pallacanestro, ginnastica ritmica, taekwondo e calcetto. L’associazione si finanzia con le quote che annualmente versano i soci per praticare l’attività sportiva prescelta.
logo CSDN okQuali sono stati i principali ostacoli che ha dovuto superare?
R) Trovare gli spazi, palestre, dopo poter operare.
Com’è vista dell’amministrazione comunale, l’iniziativa d’incentivare lo sport? Vi sono state delle difficoltà per la realizzazione di questa associazione?
R) Noi svolgiamo la nostra attività presso una palestra scolastica, di proprietà comunale. Dopo aver formulato la richiesta al Consiglio d’Istituto della scuola (D’Ovidio Nicolardi) e ricevuta l’autorizzazione stipuliamo un contratto con il comune di Napoli dietro il pagamento di un fitto orario.
Secondo lei quale importanza hanno le associazioni sportive da un punto di vista sociale?
R) Le associazioni sportive, come la nostra rappresentano un importante punto di aggregazione sociale dove la scuola viene vissuta con una modalità meno “costringente”. Con la scuola abbiamo stipulato un protocollo d’intesa costituendo il “Centro Sportivo D’Ovidio Nicolardi” per cui la scuola è parte integrante della struttura associativa.
Ha mai messo in conto la possibilità di un eventuale fallimento investendo in una città problematica come Napoli?
R) È una costante dipendente, soprattutto per come è strutturato il regolamento che affida le palestre scolastiche alle associazioni sportive, infatti va rinnovato ogni anno e così facendo non è possibile programmare le attività a lunga termine.
Secondo lei, l’interesse da parte dei giovani verso lo sport sta crescendo o è in calo?
R) Per quella che può essere la nostra esperienza riteniamo che l’interesse dello sport praticato tra i più o i meno giovani è notevolmente aumentato. Basti pensare che il nostro intento di vivere lo sport è insito nel nome che abbiamo pensato al momento della sua costituzione “zero90nove” intendendo di poter offrire a tutti, dai zero ai 99 anni, la possibilità di praticare una disciplina sportiva.

BAMBINI_01
Un groppo di giovanissimi tesserati dell’Associazione Sportiva “A.S.D. Zero90nove volley”

Quando si può dire che è nata la “A.S.D. zero90nove”?
R) Nel 2010.
Quello che è stato realizzato in questi anni dall’associazione “A.S.D. zero90nove” era previsto nel progetto iniziale?
R) Il mio scopo era quello di realizzare una polisportiva per poter offrire ad una vasta platea di ragazzi e giovani la possibilità di praticare uno sport a basso costo.
A quali sport si è dedicata per prima l’associazione?
R) Pallavolo, pallacanestro, ginnastica ritmica, e calcetto.
Come coinvolgete i tesserati?
R) Soprattutto tra gli alunni della scuola dove operiamo e tra i bambini-giovani del territorio.
Quali sono gli obiettivi?
R) Ora siamo in una fase in cui ci aspettiamo delle risposte agonistiche più “intense” dai nostri allievi, incrementando la componente agonistica senza tralasciare la componente “dello sport per tutti”.
Come vengono organizzate le attività sportive e quali sport praticano i vostri tesserati?
R) Gli sport praticati sono: pallavolo, pallacanestro, ginnastica ritmica, taekwondo e calcetto. Ogni disciplina, divisa per fasce di età svolgono tre ore settimanali in due giorni. Insistiamo sulle lezioni da 90 minuti per fare in modo che le lezioni siano più intense e produttive.
Quali altre attività sportive, sociali, culturali, etc. organizzate?
R) I nostri allievi partecipano a diversi campionati sportivi a stage e attività ludico ricreative saggi e camp estivi.
Ci parli un po’ degli istruttori
R) Gli istruttori sono l’elemento fondante della nostra attività, sono tutti dotati di un particolare coinvolgente carisma e tutti vivono una garbata “simbiosi” con i loro allievi. I miei contatti con gli istruttori sono costanti e continuativi e con loro affrontiamo tutte le problematiche che si presentano di volta in volta e ogni mese facciamo una verifica programmatica delle attività e nel caso apportare cambiamenti integrativi e migliorativi.
Cosa significa per gli istruttori far parte attivamente della “A.S.D. zero90nove”?
R) Forse questo dovremmo chiederlo a loro, comunque penso che loro vivano il senso del gruppo tra di loro e tra di loro e gli allievi.
Qual è il rapporto con i genitori dei bambini tesserati?
R) Il rapporto con i genitori è positivo. Partecipano con il giusto coinvolgimento alle attività dell’associazione e con un alcuni di loro siamo riusciti ad organizzare un gruppo di pallavolisti “over 35” e quest’anno parteciperanno ad un campionato con lo CSEN.
C’è stato qualcuno dei suoi tesserati che ha raggiunto in questi anni importanti successi sportivi?
R) Si! L’anno scorso 4 bambine della sezione Ritmica hanno partecipato ai campionati Italiani CSI a Lignano Sabbiadoro.

Ringraziando il Prof. Giuseppe Crosio per il tempo dedicatoci, ci auguriamo che questa e le prossime interviste riescano a sensibilizzare l’opinione pubblica relativamente al mondo dell’associazionismo e avvicinare i bambini e i ragazzi al meraviglioso mondo dello sport.

Ricordiamo che questa rubrica intende essere una “finestra aperta” per tutte quelle associazioni sportive che, gratuitamente, desiderino farsi conoscere meglio. Basterà farne richiesta inviandoci una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: info@www.contropiedeazzurro.it.

Informazioni su Redazione 1578 Articoli
---

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*