Al San Paolo dirige Damir Skomina

E’ lo sloveno Damir Skomina l’arbitro designato a dirigere Napoli-Shakthar Donetsk, gara ormai decisiva per l’accesso al prossimo turno della Champions League, in programma martedì 21 novembre alle 20.45; gli assistenti saranno Jure Praprotnik e Robert Vukan, gli addizionali Matej Jug e Slavko Vinčić, il quarto uomo Tomaž Klančnik.
Servirà sicuramente un arbitro di grande carisma per poter gestire gli ovvi tentativi dei giocatori ucraini di rallentare il gioco e di conquistare, anche con il gioco sporco, la qualificazione al turno. successivo. Skomina, 41 anni appena compiuti e promosso ad arbitro internazionale dal 2003, è arbitro di grande personalità, abituato alla direzione di grandi sfide: dalla Supercoppa Europea del 2012 tra Chelsea e Atletico Madrid alla finale dello scorso anno di Europa League tra Manchester United e Ajax. Un dato statistico da sottolineare: il direttore di gara sloveno non è arbitro “dal cartellino facile”, tutt’altro, la media disciplinare del Fischietto sloveno dice che estrae circa quattro cartellini gialli a partita, un rosso ogni cinque gare e che concede un rigore ogni cinque uscite. Il dato preoccupante in tal senso è la duratura permanenza del cartellino rosso nel taschino di Skomina in un match tra club: le ultime espulsioni risalgono infatti alla stagione 2013-2014. Allargando il raggio d’analisi , si contano tredici direzioni di Skomina con squadre italiane, con un bilancio di sei vittorie, un pareggio e sei sconfitte; con il Napoli tre precedenti, la meravigliosa sfida del 2011 al San Paolo nei gironi di Champions contro il Manchester City (2 a 1 per i ragazzi di Mazzarri) e il recente k.o. al Santiago Bernabeu contro il Real Madrid (3 a 1 per i Blancos). Il 22 agosto di quest’anno Skomina ha inoltre diretto la gara di ritorno del preliminare di Champions League, contro il Nizza all’ Allianz Riviera, terminata con la vittoria degli azzurri per 2-0.

Massimiliano Pucino

Massimiliano Pucino
Informazioni su Massimiliano Pucino 152 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*