Al-Thani vuol comprare il Napoli

Il Daily Mail dedica ampio spazio da alcuni giorni alle faccende napoletane. E’ di oggi la notizia che la famiglia di Al Thani sarebbe pronta ad investire 560 milioni per acquistare la maggioranza del club azzurro proprio in un momento di “normale” crisi che ogni club di statura europea può attraversare. Non sembri dunque strano il lungo articolo del quotidiano inglese che, appena due giorni fa, ha dedicato al patron Aurelio De Laurentiis, definito come soggetto caricaturale. Un lungo elenco di gaffe o cafonate di De Laurentiis in 15 anni di gestione: un attacco miope e premeditato che ai più, o meglio a coloro che ben conoscono il Presidente, non risulta non veritiero, ma, ampiamente premeditato.

Parlare di un complotto sarebbe dare altro materiale da triturare: ma che quello del Daily Mail sia un attacco per un “utile” ampiamente programmato appare chiaro. L’obiettivo di una macchina fotografica può cogliere immagini di monnezza senza allargarsi oltre ed ecco che Napoli è monnezza. De Laurentiis è cafone ed ecco che Al Thani verrebbe in soccorso dei club azzurro.

Grande orchestra che attendeva un cenno qualunque per sferrare l’attacco in un momento di grande caos in cui occorrerebbe l’unità di intenti che in città manca.

Ma, qualche annetto fa Cicerone diceva: “È tipico dello sciocco guardare i difetti altrui e dimenticarsi dei propri.”   Ma Napoli come il Napoli sono l’ombelico del mondo dove si concentrano tutti i vizi che in altre città, come  Torino,  Milano o Firenze, non esistono.

Il Daily Mail ha obbedito ad una necessità commerciale dettata da Al Thani per iniziare la scalata al Napoli, per mettere De Laurentiis al muro perché ceda una grande industria costruita “da solo” con grande capacità imprenditoriale.
Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*