Alessio Cragno, un portiere del futuro

Allo stadio Ciro Vigorito erano presenti anche Cristiano Giuntoli e il Dottor De Nicola per assistere all’incontro del Benevento che ha sconfitto il Pisa per 1-0. E’ presumibile che due siano le ragioni che abbiano spinto il “tessitore” della rosa azzurra ad essere presente allo stadio. Il primo nome che viene in mente è Amato Ciciretti, non in campo perché squalificato, e da tempo tenuto sotto osservazione dal Napoli, e che sarebbe un possibile sostituto di El Kaddouri, pronto a partire. Tuttavia il ds del Benevento Salvatore Di Somma, smentisce i contatti e conferma il ragazzo almeno sino all’estate . E anche Ciro Venerato esperto di mercato, intervenuto a Radio Crc è convinto che Giuntoli abbia un altro giocatore sotto osservazione : “Giuntoli vuol vedere all’opera un portiere interessante, tal Alessio Cragno , classe ’94, di proprietà del Cagliari e in prestito al Benevento.” In realtà Giuntoli già pensa al futuro considerando che Sepe e Rafael potrebbero partire in estate.
I tifosi dell’Under 21 lo hanno già soprannominato Uomo cRagno un po’ in ricordo di Walter Zenga. Ancora tanto giovane ma con grande personalità e sufficientemente freddo da intervenire sempre con esperienza in presa alta sui calci piazzati. Il Cagliari conosce bene il suo valore e con il Benevento Cragno deve confermare di porsi al centro tra Buffon, che resterà nella storia dei più grandi portieri; e di Donnarumma che tenta la scalata alla gloria. Alessio Cragno è più di una promessa e anche dall’estero sono giunte richieste. Largo ai giovani, dunque, di qualità e di prospettiva.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*