Alla campagna ‘simpatia’ del Napoli corrisponde in ugual misura la campagna ‘antipatia’ della Juventus

In un servizio leggero ma indicativo curato dal Corriere dello Sport, un’indagine interessante: “Per chi tifa l’altra Italia nella corsa scudetto? O meglio, contro chi? La Juve? Il Napoli? Personaggi famosi come Gigi Proietti, Lino Banfi, Massimo Boldi, Suor Paola hanno scelto l’azzurro. Chi ha fatto cenno al gran gioco di Sarri, chi alla simpatia, chi, come l’attore Antonio Catania tifoso dell’Inter ha dichiarato:” La Juve ormai ha stufato”.

E questo sentimento lo avvertono anche gli juventini che stanno dando il meglio di sé chiamando a raccolta i più fedeli nel mondo del giornalismo e della cultura (personalizzata) per alzare i toni anche usando modi e insulti da censura. Juve m… proprio non lo mandano giù e il Napoli li ossessiona. Durante una gara con un avversario qualunque, si levano cori inneggianti al Vesuvio: un’ossessione insana ancor più se paragonata alla sana ossessione del Napoli nel voler raggiungere l’obiettivo da tempo rincorso. Josè Callejon, nell’intervista a Premium Sport dopo la vittoria con la Spal ha commentato con toni misurati la partita ma ha concluso con una frase tutta da interpretare: “Siamo primi per meriti nostri”.

L’altra Italia ha atteso le decisioni del giudice sportivo circa l’episodio del pugno di Chiellini, sempre esuberante durante le gare, sempre a rischio di ‘rosso’ troppo spesso nascosto in un taschino segreto dall’arbitro, ma niente, non è successo niente. Un tempo, quando il tifo era più semplice e rustico, si invitava l’arbitro a mettere gli occhiali: oggi 3 arbitri in campo telecomandati da due arbitri muniti di moviolone non hanno visto. Fortuna che i napoletani amano ‘sfruculiare’ così i cellulari segnalano a ripetizione l’arrivo del nuovo sfottò da mandare agli amici che sanno ridere.
La Juve ha stufato perché non sa ridere ma fa ridere l’altra Italia.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*