All’Artemio Franchi di Firenze arbitra Paolo Tagliavento

L’ultima gara diretta dal parrucchiere di Terni, è stata proprio Fiorentina-Napoli nel febbraio di quest’anno che si concluse con un pareggio: al gol di Alonso rispose Higuain dopo otto secondi. Precedentemente aveva diretto Frosinone-Napoli con un risultato perentorio (5-1) e ancor prima, nel gennaio 2015, un Napoli-Juventus (1-3) che indusse Benitez ad esclamare “ci può stare” alludendo al gol in netto fuorigioco di Caceres e un tocco di mano di Buffon fuori area. Ma il Napoli ben ricorda un rigore concesso contro la Juve e fatto ripetere nelle stesse condizioni di irregolarità da Hamsik, fino alla lettura labiale di Pandev durante la famosa Supercoppa della vergogna. Comunque, di proteste il signor Tagliavento ne ha collezionate tante da far scrivere a Xavier Jacobelli un editoriale per riassumere le tante “sviste” nel corso degli anni, dalle “manette” di Mourinho, al gol fantasma di Muntari e a varie contestazioni per un Juve-Inter (gol di Vidal in fuorigioco) e Milan-Juve, fino ad un derby romano dello scorso anno quando l’arbitro ternano chiese scusa alla Lazio per un rigore concesso alla Roma. Anche gli svizzeri scrissero “un parrucchiere costato 8 milioni al Basilea” alludendo ad un gol con 4 giocatori in fuorigioco che costò l’eliminazione del Basilea dalla Champions. Paolo Tagliavento ha diretto la Viola 28 volte con 10 vittorie, 4 pareggi e 13 sconfitte; con il Napoli si contano 20 precedenti con 9 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte. All’Artemio Franchi sarà assistito da Tonolini e Vuoto; IV ufficiale Dobosz; Orsato e Pairetto quali addizionali d’area.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2082 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*