All’Avellino manca soltanto la certezza matematica. La Salernitana contro il Modena ha una grande occasione. Benevento all’ultimo turno di Lega Pro prima della B

Le campane di B sono giunte agli ultimi tre atti della stagione, dove l’obiettivo da conseguire sarà la permanenza nel campionato cadetto.

virtus-lanciano-avellinoLe cose saranno sicuramente più semplici per l’Avellino, che al Partenio ospiterà il Como ultimo in classifica ormai condannato alla Lega Pro dopo la vittoria importantissima della scorsa settimana sul campo del Lanciano. Ai lupi basterà una vittoria per rendere matematica la salvezza ed incominciare a programmare la prossima stagione, che si spera possa iniziare con la riconferma in panchina di Tesser, un uomo che fa dell’umiltà e delle buone maniere le sue qualità peculiari. I biancoverdi in casa non vincono ormai da cinque turni, tanti per una squadra che nelle scorse annate davanti al proprio pubblico raramente si faceva piegare dalle avversarie; i comensi invece vengono da tre sconfitte consecutive lontano dal Sinigaglia e sicuramente cercheranno di onorare al meglio questo finale di stagione. All’andata a decidere la vittoria fu Nitriansky che si è visto più tra le fila della Primavera che tra quelle della prima squadra ultimamente. A dirigere la gara sarà Valerio Marini della sezione di Roma 1.

La Salernitana domani pomeriggio si giocherà la grande opportunità di uscire dalla zona retrocessione, ammesso che venga sconfitto all’Arechi il Modena e che Latina e Pro Vercelli non facciano risultato. I granata davanti al proprio pubblico nelle ultime tre partite hanno ottenuto due vittorie ed un pareggio che hanno consentito di rimettere in discussione la questione salvezza, favorita anche dalle continue penalizzazioni a cui è soggetto il Lanciano sin dall’inizio del campionato. Gli emiliani invece sono la peggior squadra per rendimento in trasferta con una sola vittoria, 4 pareggi e tutte sconfitte. Da come sono andate le cose la squadra di Menichini non può più lasciare punti per strada e la vittoria di domani rappresenterebbe un gran passo in avanti che ripagherebbe il caloroso affetto dei tifosi e gli sforzi del presidente Lotito nel mercato di riparazione. All’andata fu il Modena ad ottenere i tre punti, quando sulla panchina granata sedeva ancora quel Vincenzo Torrente a cui la dirigenza ha affidato il difficile incarico di plasmare una squadra uscente dalla vittoria del campionato di Lega Pro sotto la guida proprio di Menichini. Magari se si fosse iniziato con lui il campionato, le cose sarebbero potute essere diverse e magari oggi la situazione di classifica sarebbe più tranquilla. Il direttore di gara sarà Leonardo Baracani della sezione di Firenze.

BENEVENTO-FESTA-PROMOZIONE-11Sempre domani, alle ore 16, allo stadio Esseneto di Agrigento sarà di scena l’ultima giornata del campionato di Lega Pro. Il girone è già stato vinto dal Benevento che ha staccato il pass per il prossimo campionato di Serie B e che si spera possa andare ad aggiungersi alle altre due campane. La squadra di Auteri affronterà l’Akragas che ormai non ha più nulla da chiedere a questo campionato e che proverà dopo una serie di risultati negativi a chiudere bene la stagione davanti al proprio pubblico. I giallorossi fuori casa hanno rimediato le uniche tre sconfitte stagionali, mantenendo imbattute le prestazioni davanti al proprio pubblico. All’andata i campani sconfissero i siciliani col punteggio di 1 a 0 che ha rappresentato il risultato della maggior parte degli incontri.

Lorenzo Gaudiano

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 994 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*