Anche i baby azzurri a Dimaro

A Castelvolturno, accanto ai volti noti, pronti a iniziare una nuova favola a tre dimensioni, anche cinque giovanissimi che a Dimaro potranno essere guidati da Mister Sarri: Roberto Insigne, Igor Lasicki, Antonio Negro, Antonio Granata e Nikita Contini.

Il primo azzurro ad arrivare a Castelvolturno questa mattina è stato Igor Lasicki un giovane polacco classe ’95, difensore centrale, Nazionale dell’Under 21, appena rientrato al Napoli dopo l’esperienza alla Maceratese dove ha collezionato appena 4 presenze prima di un brutto infortunio che l’ha tenuto fuori oltre due mesi.

Altro difensore pronto a partire per Dimaro, il baby, Antonio Granata, classe ’97 che dallo scorso anno è anche il capitano del Napoli Primavera.

Nikita Contini, classe ’96 è un portiere che ammira Reina come leader e idealizza Dida e Neuer come idoli. Nato a Cherkasy in Ucraina, a tre anni si è trasferito a Giugliano dov’è nato suo padre Pasquale e sin da piccolo ha giocato nelle scuole calcio dell’area Nord. Il Calcio Napoli ha visto in lui una promessa e l’ha acquistato cedendolo in prestito alla Spal. InterNapoli.it lo ha intervistato per conoscere questo ragazzo di cui tutti gli addetti ai lavori parlano ancor più dopo aver vinto il premio di miglior portiere tanto da essere convocato in Nazionale Under 17. Alto (1,90), agile, senso della posizione, gran destrezza nel passaggio, è un ragazzo fortemente legato alla famiglia. “Sono single da un bel po’ – ha dichiarato – e nella mia vita non c’è altro al di fuori del calcio. Ho un diploma di geometra e per ora mi sono fermato, ma mi iscriverò all’Università, forse Architettura o Scienze Motorie”. Ha iniziato come attaccante Nikita ma troppo giovane rispetto agli altri fu provato in porta. “ A 12 anni – prosegue Contini – in un’amichevole tra il Giugliano e il Napoli, Luciano Tarallo scoprì il mio talento e così entrai nelle giovanili del Napoli. Oggi – inutile negarlo – vorrei giocare in serie A ma non so ancora dove giocherò il prossimo campionato”.

negro-napoli-sarri-300x225Altro gioiellino già famoso, convocato per il raduno di Castelvolturno, Antonio Negro, nato a Marcianise il 10 giugno del ’98, può vantare di aver firmato il primo contratto professionisti che lo lega al Napoli per 5 anni. Andrà a Dimaro ritrovando Maurizio Sarri che lo convocò per la trasferta a Bruges d’Europa League. E’ un amante del calcio e sin da bambino ha accettato trasferimenti e sacrifici pur di giocare. Può giocare come prima punta ma anche come seconda punta ma ancora deve migliorare nel considerarsi parte di un gruppo che quando occorre deve saper tornare e dare una mano. Nell’ultima stagione Negro ha fatto un importante passo in avanti riuscendo a finalizzare ma anche ad inserirsi nella costruzione del gioco concludendo il campionato con 22 gol realizzati.

roberto-insigneInfine, a varcare il cancello di Castelvolturno, Roberto Insigne di cui ben si conosce il valore ma che, anche quest’anno, sembra destinato a giocare altrove: Lotito e Inzaghi spingono perché accetti la Salernitana. Intanto, Roberto andrà a Dimaro.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2060 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*