Aperto il tavolo delle trattative, ma le idee sono chiare?

Ancora una volta è De Laurentiis a dirigere le operazioni mercato per portare in azzurro Pavoletti, con la speranza che piaccia a Sarri. Dall’estate restano fitti i contatti con Preziosi e l’offerta superiore ai 20 milioni potrebbe convincere il Presidente rossoblù: ma occorre il sì anche del giocatore che in estate rifiutò in passaggio in azzurro. E della trattativa ha parlato anche Ciro Venerato a Radio CRC : “ Il Napoli ha programmato un vertice ai primi di dicembre per incontrare il procuratore Branchini; dopo si andrà all’assalto di Preziosi”.

9novembrezaaIntanto c’è la pista Zaza sul quale ha ancora la Juve potere decisionale fin quando il giocatore non marca la 14esima presenza col West Ham: e la Juve non sarebbe propensa a darlo al Napoli, a meno che a gennaio il Napoli fosse fuori dai giochi e allora si potrebbe anche trattare. Comunque la Società prosegue gli incontri con il padre manager – come conferma Venerato- per rivedere il contratto attuale da 3,5 milioni e, soprattutto i diritti d’immagine per un quadriennale.

Sul nome di Muriel – secondo Venerato – solo voci perché il Napoli non ha certezze sulla condotta extracalcistica del giocatore di grandissima classe che però non assicura continuità. Qualche contatto più concreto per il gioiellino dell’Atalanta, il centrocampista Kessiè, che fu proposto da Salvatore Bagni nell’ottobre 2014 per 300mila euro. Ora il Chelsea di Conte e il Manchester City di Guardiola sono molto interessati all’ivoriano e il Napoli avrebbe proposto di anticipare i soldi del cartellino e lasciarlo a gennaio pur di vestirlo d’azzurro.

Si susseguono tuttavia idee mercato di urgenza e di prospettiva non potendo conoscere oggi quali saranno gli obiettivi del Napoli dopo le prossime 8 gare in Champions e in campionato. In più non è trascurabile la carta d’identità di Pavoletti, classe ’88 e Zaza classe ’91: in prospettiva come potrebbero giocare con Milik? E Gabbiadini? Se occorrono due attaccanti, l’ipotesi di cessione è ancora ipotizzabile?

Al di là dei nomi sarebbe interessante capire se Maurizio Sarri e Cristiano Giuntoli si muovano in sintonia perché dover aspettare di assistere a Croazia – Islanda (12 novembre a Sky sport 3) per veder giocare Rog (nella speranza che sia schierato) è quanto mai singolare al di là delle esternazioni del Presidente che dovrebbe parlare in privatissimo al tecnico. Allo stesso modo tutti i tifosi si chiedono perché rinnovare il contratto a Lasicki, (classe 95) fino al 2021 e non farlo mai giocare? Perchè trattenere Roberto Insigne in estate e magari lasciarlo partire a gennaio? Possibile che tantissime squadre in Europa lanciano giovanissimi in prima squadra e il Napoli non possa lasciar giocare spezzoni di partita a giovani di 21 o 22 anni che non sono costati 20 o 30 milioni? Sono queste le domande che tanti tifosi si pongono e il fascino della cantera, ieri (Rivera, Buffon, Bergomi) come oggi (Donnarumma, Locatelli, Bernardeschi, Cataldi ecc.) resta immutato.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2114 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*