Benevento Calcio Superstar: un gruppo Facebook di veraci cuori giallorossi

«Nel nostro gruppo ci sentiamo una grande famiglia dove regnano rispetto e buone maniere, dove non ci si offende e non si offende nessuno». Le parole di Maria Grazia Ranaudo costituiscono un’immagine efficace e chiara dello spirito alla base di “Benevento Calcio Superstar”, un gruppo Facebook, nato grazie all’idea e alla passione calcistica di Sandro Petrelli, capace in meno di un anno di riunire oltre 2100 tifosi che hanno a cuore sempre e soltanto i colori giallorossi.

Contropiede Azzurro ha deciso di porre una serie di domande ad alcuni membri del gruppo per raccontare la storia di una fetta della tifoseria sannita che in questa stagione non ha mai fatto mancare il proprio apporto alla squadra.

Come è nato il gruppo?

Sandro Petrelli – Agli inizi di novembre 2017, poiché la squadra del mio cuore versava in cattive acque, ho sentito l’impulso di fare qualcosa per unire e sostenere la tifoseria sannita. Avevo la sensazione che aleggiasse un certo sentimento di rassegnazione, così ho cercato d’impegnarmi. Dopo essermi guardato intorno ed aver constatato con amarezza che negli altri gruppi già esistenti c’era violenza verbale, volgarità e poca fantasia, ho cercato le persone adatte per raggiungere insieme un obiettivo ambizioso: proporre un nuovo linguaggio, controcorrente rispetto a quello dei “social”, che bandisse ogni violenza verbale ed ogni parola di odio. Infine ho cercato di fortificare il legame, che già esisteva, fra il tifo calcistico e l’identificazione territoriale. Da questi presupposti è nato il nostro gruppo che è in crescita costante.

Giovanni Garofano – È nato nel sogno di un tifo pulito, positivo, soprattutto pro e mai contro.

Maria Grazia Ranaudo – Non so com’è nato, ma ringrazio chi mi ha fatto conoscere questo meraviglioso gruppo presentandomi.

Diego Cavalieri – La mia partecipazione al gruppo nasce per puro caso ma non per caso tutti i membri si impongono un modo d’agire all’insegna della pacatezza e correttezza, il che è di per sé raro.

Francesco Palazzo – Io mi sono aggregato al gruppo da gennaio 2018 e ultimamente ne sono diventato un moderatore. Mi piace il fatto che l’unica prerogativa per farne parte sia il tifo incondizionato per il Benevento e non importa se sei un tifoso dell’ultima ora o un tifoso storico o quante volte vai allo stadio. Qui la strega ce l’abbiamo nel cuore e soprattutto è un gruppo che promuove lo sport, l’educazione e boccia la violenza e la volgarità.

Nadia Sampaoli – Nasce dall’esigenza di avere un gruppo dove possano esprimersi tutte le persone che tifano la propria squadra del cuore, in modo pacifico e rispettoso degli altri.

Angelica Gallucci – È nato grazie ad un’idea di Sandro Petrelli che ha voluto creare un gruppo “diverso dagli altri che ci sono in giro”, un nuovo gruppo in cui regni il rispetto per tutti, la buona educazione, l’ottimismo, l’ironia e dove si tifi “solo” e soltanto Benevento!

Il ricordo più bello di questa prima storica esperienza in A?

Nadia Sampaoli e Giovanni Garofano – Il gol del portiere Brignoli!

Francesco Palazzo e Maria Grazia Ranaudo  Il cronista dopo il gol di Brignoli che urlò: «Brignoliiiiii! Gol di Brignoliiii! Ha segnato il portiere!».

Angelica Gallucci Il ricordo più bello sicuramente, oltre al gol di Brignoli, è la vittoria contro il Milan. Ma più di tutto, la nostra splendida tifoseria in giro per lo stivale, che si è fatta apprezzare da chiunque e che è maturata tantissimo in termini di mentalità.

Diego Cavalieri In assoluto la vittoria sul Milan, ma in realtà la cosa più bella è stata l’aspettativa e l’attesa prima dell’avvio di stagione.

Sandro Petrelli – Il ricordo che non mi lascerà mai è l’incontro “miracoloso” con Giovanni, Maria Grazia, Francesco, Angelica, Nadia e Diego. È la nostra unità d’intenti, la sensibilità comune che ci permette di occuparci con passione del nostro gruppo. Prima di loro avevo avuto alcuni incontri molto sfortunati, con altri moderatori che sono andati via. Con loro invece è un piacere quotidiano (che condividiamo con ironia e simpatia) dare un contributo alla causa del nostro club e della nostra gente amata.

Quali sono i giocatori adatti per far ripartire il progetto l’anno prossimo?

Giovanni Garofano – Sandro, Guilherme, Diabaté, Brignola, Lucioni, Armenteros e mi piacerebbe dire D’Alessandro per il gioco, ma purtroppo se non resti volentieri è meglio che vai via…

Nadia Sampaoli – Sandro, Lucioni, Guilherme, Viola, Diabaté, Sagna, Coda, Puggioni, Venuti.

Maria Grazia Ranaudo – Viola, Lucioni, Tosca, Coda, Sagna, Sandro, D’Alessandro, Diabaté e Brignola. Non ho nominato Djuricic solo perché ha dichiarato che dovrà andare in un altro club.

Diego Cavalieri – Sarebbe facile dire Lucioni, Viola, Letizia, Sagna o Sandro. Io, però, per la serie cadetta punterei sul binomio Coda-Iemmello (ovviamente a patto che il secondo risolva i problemi fisici). Il gigante buono Diabaté sarebbe il top come aggiunta.

Francesco Palazzo – Puggioni, Lucioni, Antei, Venuti, Letizia, Viola, Brignola, Iemmello, Coda e Armenteros. Mi sto basando sui nostri giocatori che probabilmente vedremo l’anno prossimo. Penso che già questi possano costituire un’ossatura importante per un campionato vincente in serie B. Poi se dovessero restare top player come Sagna, Sandro, Guilherme, Djuricic e Diabaté, sarebbe molto meglio.

Angelica Gallucci – Tosca, Sandro, Sagna, Lucioni, Puggioni, Coda, Brignola, Viola e spero Djuricic. Ma anche Venuti, Letizia e Guilherme.

In conclusione, chi vincerà lo Scudetto tra Juve e Napoli?

Maria Grazia Ranaudo – Mi astengo perché per me esiste un unico e solo amore: il mio cuore batte solo per la Strega!

Angelica Gallucci – Lo scudetto alla fine lo vincerà la Juve perché in Italia è sempre la squadra in cima alla piramide dei favori arbitrali! Mi dispiace per il Napoli che esprime un buon gioco, meno per il presidente De Laurentiis.

Giovanni Garofano – Direi Juve, anche se nessuna delle due lo merita.

Diego Cavalieri – Personalmente non m’interessa affatto.

Nadia Sampaoli – Anche quest’anno la Juventus. Ma che noia!!!

Francesco Palazzo – Quest’anno lo vincerà la Juventus. Un po’ mi dispiace solo per il fatto che tra le big che hanno incontrato il Benevento solo Napoli e Milan non sono state aiutate, a differenza di Juve e Inter. Dopo la partita di Firenze ormai… Eppure il Napoli aveva avuto parecchie possibilità, ma non non le ha sapute sfruttare al meglio.

Sandro Petrelli – Io tifo Benevento da sempre, ma mio nonno materno era di Portici ed amo e difendo la grande e splendida città di Napoli contro tutti i suoi detrattori. Mi farebbe piacere che lo scudetto andasse al Napoli perché la Juve non lo merita per niente.

 

Lorenzo Gaudiano

 

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 780 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*