CAMPANIA BATTE UMBRIA

Avellino esulta dopo il gol di Mokulu

Una vittoria ed un pareggio per Avellino e Salernitana impegnate questo sabato contro Ternana e Perugia

Un sabato sorridente sicuramente per l’Avellino, un po’ meno per la Salernitana. Gli irpini hanno espugnato il Liberati di Terni con un roboante 3 a 0 mentre i granata in casa hanno pareggiato per 1 a 1 contro il Perugia.

Il tecnico dell'Avellino Attilio Tesser
Il tecnico dell’Avellino Attilio Tesser

Probabilmente in Umbria oggi si è visto il miglior Avellino che ha saputo essere solido in difesa e cinico in attacco. Si trattava di una gara non decisiva ma importante, soprattutto per il tecnico biancoverde Tesser che è stato allenatore proprio delle fere dal 2013 al 2015 prima di approdare in Campania. I lupi sono scesi in campo convinti di poter portare a casa un risultato positivo, come si può notare dal vantaggio dopo 3’ firmato Mokulu. L’aggressività della Ternana non ha impensierito minimamente la retroguardia biancoverde che in questo campionato non era mai riuscita a concludere due partite senza subire gol. La ciliegina di questa splendida torta è stata sicuramente la prestazione del capitano Arini, autore dei tre assist che hanno ispirato sia la rete di Mokulu sia la doppietta di Trotta subentrato all’infortunato Tavano. La serie positiva dei campani continua con 3 pareggi e due vittorie che proiettano gli uomini di Tesser al decimo posto in classifica con 13 punti, a tre lunghezze dalla zona play-off.

Moses Odjer, centrocampista della Salernitana in prestito dal Catania
Moses Odjer, centrocampista della Salernitana in prestito dal Catania

La gioia della vittoria non è arrivata nemmeno contro il Perugia. I granata dopo il vantaggio di Franco nei primi 45’ hanno subito il pareggio di Ardemagni a 3’ dall’inizio del secondo tempo, non riuscendo per il resto della frazione a trovare il gol vittoria. Entrambe le squadre hanno sfiorato in maniera clamorosa il vantaggio nell’ultimo quarto d’ora, emozionante e vivace per aggressività e capovolgimenti di fronte continui. Torrente al termine della gara ha dichiarato di non poter rimproverare nulla ai suoi uomini a cui non manca gioco ma soltanto la vittoria. La fase offensiva della Salernitana continua a non funzionare: poche reti ed attaccanti molto imprecisi anche sotto porta. La fase difensiva, pur subendo una rete a partita, appare solida ma con qualche segnatura in più, soprattutto all’Arechi, i granata potrebbero vantare una posizione di classifica diversa. Ogni squadra contro gli uomini di Torrente va in difficoltà per l’aggressività e il buon gioco dei campani. Purtroppo queste virtù non bastano per ottenere risultati se l’attacco granata incontra così grandi difficoltà nel segnare una rete. Con questo risultato la Salernitana è uscita dalla zona play-out ma di sicuro avrà bisogno ancora di tanto lavoro per migliorare l’attuale posizione in classifica.

La dodicesima giornata di campionato proporrà alle due campane un doppio turno in trasferta: l’Avellino sfiderà il Crotone mentre la Salernitana affronterà il Bari.

Lorenzo Gaudiano

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 972 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*