Campionato ora in pausa. Tra mercato e Coppa Italia il Napoli riprenderà il 20 gennaio

Archiviata la pratica Bologna, il girone d’andata è stato concluso.

Come dichiarato da Ancelotti mesi fa, finalmente si può stilare il tanto agognato bilancio sulla prima parte della stagione della Napoli. Una prima parte che purtroppo è stata rovinata soltanto dallo strapotere della Juve, che ha ottenuto 17 vittorie e due pareggi su 19 partite, bruciando la concorrenza ed ogni record.

“Un cammino in linea con le qualità della squadra. Penso che si possa fare meglio, si deve fare meglio e quindi ci prendiamo questa prima parte con buone cose, qualche limite, ma nella seconda parte si deve dare di più” è il commento di Carlo Ancelotti, consapevole delle potenzialità di questo gruppo. Con le sue scelte nel corso di questi mesi il tecnico emiliano ha lavorato perché questo si realizzasse. Il numero di partite è elevato, lo sforzo fisico che i giocatori devono impiegare cresce per cui è necessario avere tutti i membri dell’organico pronti a rendersi utili.

Rispetto all’anno scorso è giusto sottolineare che quattro sono i punti in meno, anche se quest’anno la Juventus sta viaggiando a ritmi impressionanti e difficilmente eguagliabili al momento. Il Napoli segnava di più ed incassava qualche gol in meno, ma il cammino europeo fu disastroso. Rispetto a questo girone, dove gli azzurri avevano Paris Saint-Germain e Liverpool, nella passata stagione oltre al Manchester City, che era in gran forma, lo Shakhtar era superabile, se non si fosse perso in Ucraina. Oggi il Napoli è in Europa League, con onore e soprattutto con la voglia di fare bene e di arrivare in fondo, anche se di difficoltà ce ne saranno da affrontare.

Ancelotti dal suo arrivo ha impiegato tutta la rosa, persino tutti e tre i portieri presenti in organico. Il suo 4-4-2 ha consentito a tutti di mettersi in mostra: chi di più; chi di meno. La crescita di tutta la squadra è fondamentale quando bisogna lottare su più fronti. Se il primo posto è difficile da raggiungere, il secondo andrà difeso a spada tratta e gli impegni in Europa League e Coppa Italia rappresenteranno uno sforzo importante da sostenere.

La Coppa Italia inizierà per gli azzurri il 13 gennaio al San Paolo contro il Sassuolo. Poi ci sarà il campionato il 20 gennaio contro la Lazio, una gara che il Napoli affronterà senza Koulibaly, Allan e Insigne. Hamsik tenterà il rientro ma con quattro giocatori fondamentali in meno sarà un inizio terribile per gli uomini di Ancelotti, che si è preparato a questa eventualità dando fiducia a giocatori che negli anni precedenti il campo lo hanno visto per lo più dalla panchina.

Bisogna avere fiducia nelle scelte del tecnico, nella sua esperienza internazionale e nella sua grandissima calma dentro e fuori al terreno di gioco, che insegna come la tranquillità nella vita sia fondamentale per affrontare qualsiasi tipo di problema.

Contropiede Azzurro augura un buon anno al Napoli, a tutti i componenti della società, ai giocatori e allo staff tecnico, a tutti i colleghi giornalisti e a tutta la città.

Lorenzo Gaudiano

 

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 956 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*