Champions: il prestigio del nuovo ranking e la voglia di stupire

Urna contraria o urna favorevole, ma in campo poi ci vanno i giocatori e quelli che il Napoli potrà opporre ai primatisti assoluti di vittorie in Champions di sicuro sapranno farsi valere.

La sfida è difficile, complicata, impegnativa ma non impossibile; nel calcio d’altronde niente lo è. Certo potendo si sarebbe preferito un altro avversario, ma questa stagione, nata tra grandi conferme ed interessanti novità, proseguita poi con il malaugurato incidente di Milik, che ha complicato la vita a Sarri, potrebbe riservare a tutti gli appassionati del calcio un grande Napoli nella sua seconda parte, visto che nel frattempo il rendimento degli azzurri appare in crescendo al di là del gioco che non è mai venuto a mancare.

Si diceva della difficoltà del doppio confronto che inizierà con la trasferta al Bernabeu, ricca di fascino e di aspettative: come si presenterà la squadra azzurra a quest’appuntamento ovviamente temuto ma che molti veri sportivi speravano si profilasse?

L’aggiornamento del ranking Uefa, dopo l’ultimo turno dei gironi, dice che il Napoli ha raggiunto la quindicesima posizione. E’ un risultato di prestigio a cui hanno partecipato ad oggi le tre ultime conduzioni tecniche degli azzurri, quelle di Mazzarri, di Benitez e l’attuale di Maurizio Sarri.

La regia va ascritta a De Laurentiis per una volta non produttore e le parole del presidente, dopo il sorteggio, ci dicono che il numero uno proverà a dare al suo tecnico un attaccante più funzionale al suo gioco.

Alla maniera del grande Gianni Brera la sfida tra le “merengue” e gli azzurri può essere catalogata come la quarta, tra le otto sorteggiate, per ordine di importanza. Questo perché la somma delle due posizioni nel ranking delle due squadre fa 16, mentre Psg – Barcellona è la prima, in questa speciale classifica, con il punteggio di appena 8, visto che le due squadre frequentano negli ultimi anni i piani alti delle classifiche europee.

Al secondo posto appare l’altra grande partita di questi ottavi, quella che opporrà il Bayern di Carlo Ancelotti all’Arsenal di Arsene Wenger, totale punti 12.

Subito prima di Real – Napoli compare Benfica – Dortmund, totale 15.

Solo quinta Porto – Juventus (19), mentre Leverkusen – Atletico occupa la sesta posizione (22) e City – Monaco la settima (37) con  ultima la sfida tra il  Siviglia e la matricola Leicester di Claudio Ranieri (73).

Nelle otto squadre che sono al top degli scontri il Napoli,il Psg e l’Arsenal hanno vinto meno in Europa, le altre cinque squadre hanno palmares da capogiro, ma le tre cenerentole potrebbero sgambettare le più blasone avversarie, mentre non è detto che la Juventus faccia una passeggiata con il Porto. La tradizione del calcio portoghese non dovrebbe offrire ai bianconeri un fianco scoperto come accade, quasi sempre, nel nostro campionato.

Giovanni Gaudiano  

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*