Che brava l’Italia: tutte le medaglie azzurre delle Universiadi 2019

Le Universiadi sono terminate e l’Italia conclude in una posizione di tutto rispetto nel medagliere internazionale. Ripercorriamole tutte, allora, le tappe che hanno portato l’Italia al sesto posto del medagliere, con 43 medaglie totali (record assoluto nazionale di medaglie nelle Universiadi) suddivise fra 15 medaglie d’oro, 13 d’argento e 16 di bronzo.
Partiamo dall’ultima medaglia d’oro assegnata, quella del 14 luglio, arrivata proprio il giorno della conclusione delle manifestazione grazie ad una entusiasmante finale vinta dal settebello azzurro universitario sugli Stati Uniti per 18 a 7, con una partita a dir poco gagliarda. La prima medaglia d’oro del medagliere, invece, è colorata di rosa ed è arrivata al Palaunisa di Baronissi ad opera del fioretto femminile grazie ad Erica Cipressa. Oro, anche nel Fioretto maschile per Rosatelli (che ha battuto in finale Bianchi), per il Fioretto maschile a squadre (Rosatelli, Bianchi, Ingargiola), per il Fioretto femminile a squadre (Cipressa, Mancini, Sinigallia) e per la Sciabola femminile a squadre (Lucarini, Battiston, Gargano).
Altre medaglie d’oro sono arrivate, invece, dal Tiro a volo misto, ad opera di Fiammetta Rossi e Simone D’Ambrosio mentre è giunta in cima a tutti anche Chiara di Marziantonio nello Skeet. Carlotta Ferlito, con una grande prova di Corpo Libero ha infiammato il Palavesuvio vincendo l’unico oro per la Ginnastica. E non va niente male neanche per l’Atletica Leggera al San Paolo, con il gradino più alto del podio raggiunto da Roberta Bruni per il salto con l’asta, Luminosa Bogliolo nei 100 mt. ostacoli, la Folorunso nei 400 ostacoli e Daisy Osakue nel lancio del disco. Per il Nuoto, invece, prima di tutte è arrivata Silvia Scalia nei 50 Dorso. Medaglissima d’oro, infine, per il volley maschile in una partita esaltante contro una grande – e mai doma – Polonia.
Le medaglie d’argento le hanno vinte al Palaunisa di Baronissi Bianchi nel Fioretto maschile e la Lucarini, nella Sciabola femminile. Argento anche per la squadra di Spada femminile (Marzani, De Marchi, Foietta). Fiammetta Rossi, è arrivata seconda nel Trap mentre per il Nuoto la seconda posizione, nella ritrovata Piscina Scandone, è per Linda Caponi e Matteo Ciampi rispettivamente nei 400 Stile libero maschile e Femminile, assieme ad Andrea Occhipinti, secondo nei 1500 Stile Libero. Altri due argenti si sono registrati per la Staffetta 4×200 stile libero maschile (Zuin, Ciampi, Proietti, Colonna e Di Cola) e per la 4×200 Stile libero femminile (Caponi, Biagioli,Scarabelli, Ongaro).
Per la ginnastica, Alessia Russo è argento con il nastro nella ritmica assieme a Lara Mori alla Trave nella ginnastica artistica. Argento, infine, sia per le ragazze della pallavolo, che si sono arrese in finale soltanto alla Russia, che per il setterosa, sconfitto in finale con l’Ungheria 7-8: sei vittorie di fila ed un unica sconfitta, quella in finale, nell’eterna sfida di pallanuoto tra l’Italia e l’Ungheria.
Le medaglie di bronzo sono infine 16 e le regalano Roberta Marzani, per la Spada, Camilla Mancini nel Fioretto, Matteo Neri per la Sciabola maschile e la Battston per la Sciabola femminile.
Un bel bronzo anche quello conquistato nel Misto del Tiro a segno dai campani Di Martino e Varricchio.
Terzo posto anche per Gabriele Auber nei tuffi (trampolino di un metro) e per Cosoli e Porco, nei tuffi dai tre metri sincronizzati, nella splendida cornice della Piscina della Mostra d’Oltremare.
Ancora, bronzo nel Nuoto con Stefano di Cola nei 200 Stile Libero, per la staffetta 4×100 femminile stile libero (Biagioli, Origlia, Pezzato e Verona) e per quella maschile (Bori, Izzo, Nardini e Vendrame). Bronzo anche per Silvia Scalia nei 100 dorso e per Ilaria Cusinato nei 400 Misti. Terzo posto, infine, per il trio di ginnastica artistica al Palavesuvio composto da Carlotta Ferlito, Lara Mori e Martina Rizzelli; per Antonio Flecca nel Taekwondo al Palacasoria (cat. 58 kg.) e per gli azzurri del calcio che hanno giocato la finale del terzo posto allo Stadio Arechi di Salerno, superando ai rigori la Russia.

Simona D’Orso

Informazioni su Redazione 1599 Articoli
---

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*