Che succede in casa Napoli? Quali gli obiettivi?

La ormai quasi certa conferma di Lorenzo Insigne potrebbe indurre Ancelotti ad adottare un 4-2-3-1 nella prossima stagione. Giocando con questo modulo, si darebbe la possibilità al capitano azzurro di ritornare finalmente nella posizione che preferisce, ossia quella di esterno sinistro.

Come si può notare nell’infografica, date per certe le partenze di Hysaj, Rog, Ounas e Verdi, oltre a quelle già ufficializzate di Diawarà e Inglese, sono tre i ruoli che andrebbero coperti al più presto: un’alternativa a Callejon, per permettergli di riposare ogni tanto, un sostituto di Allan e una mezz’ala di qualità che sappia giocare dietro la punta centrale. Ma se per i primi due al momento non trapela ancora nessun nome, per quanto riguarda la mezz’ala si attende la conclusione della trattativa con il Real per James Rodriguez. Qualora il colombiano non dovesse arrivare, si dovrebbe dirottare l’attenzione su qualche altro calciatore dalle caratteristiche simili e che costi meno (De Paul?).

Stando alle ultime dichiarazioni rilasciate alla stampa, il presidente non sembra preoccuparsi di un eventuale fallimento della trattativa riguardante James, anzi, la cosa potrebbe fargli addirittura piacere perché gli consentirebbe di puntare una fiche importante su un attaccante di spessore da affiancare a Milik, capace di segnare 30 gol (Icardi o Pepè?). Dichiarazione che è in netto contrasto con il 4-2-3-1 che ha in mente il mister azzurro.

Che succede, quindi, in casa Napoli? Perché trasmettere all’esterno la sgradevole sensazione di un’evidente confusione? Di certo i tifosi preferirebbero una maggiore condivisione degli obiettivi tra Ancelotti e De Laurentiis, ma le affermazioni contraddittorie espresse dai due negli ultimi giorni sollevano più di un dubbio in tal senso.

BOBO

Informazioni su Redazione 1588 Articoli
---

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*