COME CAMBIERÀ IL NAPOLI DI SARRI RISPETTO A QUELLO DI BENITEZ?

Centrocampo a tre, un trequartista e due punte. Ecco come giocherà il Napoli di Sarri.

Come cambierà il Napoli di Sarri rispetto a quello di Benitez dello scorso campionato? Sarà rivoluzionata la squadra? E Higuain resterà o sarà ceduto a qualche top club per fare cassa? Sono questi gli interrogativi che in questi giorni eccitano la fantasia della stragrande maggioranza dei tifosi azzurri ai quali vorremmo tentare di dare qualche risposta.
Considerando che il Napoli di Benitez ha incassato, nella stagione appena finita, la bellezza di 54 gol, non è difficile prevedere che Sarri interverrà innanzitutto sul reparto difensivo e su quello che avrebbe dovuto proteggerlo, ovvero il centrocampo. Il primo e forse più importante cambiamento ci sarà tra i pali, poiché Rafael prima e Andujar poi hanno dimostrato di non poter competere ad alti livelli. Al posto dei due sudamericani sembra che sia in arrivo la coppia Reina-Sepe, due portieri di sicura qualità che garantiscono carisma e affidabilità in campo e nello spogliatoio. La difesa, pur rimanendo a quattro, sarà rinforzata dall’innesto di un centrale e un terzino di spinta che, per caratteristiche, faciliteranno il compito del nuovo tecnico azzurro nell’attuare i suoi schemi difensivi ai quali dà grandissima importanza. Il centrocampo, invece, passerà da quello tanto criticato “a due” di Benitez a uno più equilibrato formato da tre elementi: un regista, un mastino dai piedi buoni e una mezzala che abbia libertà di inserirsi tra le linee. Profili questi che sembrano corrispondere ai nomi di Valdifiori, Allan e Hamsik. Ma la vera rivoluzione si prevede in attacco. Rispetto a quello di Benitez, infatti, Sarri preferisce avere un trequartista alle spalle delle due punte, ruolo in cui potrebbero alternarsi Insigne e Mertens. I due terminali avanzati, qualora Higuain ritrovasse le motivazioni giuste e decidesse di restare, potrebbero essere l’argentino e Gabbiadini che finalmente avrebbe la possibilità di giocare in un ruolo a lui più congeniale. Come si vede, chi non troverebbe spazio negli schemi di Sarri che non prevedono i due esterni alti, è Callejon. Ed è per questo che il Presidente De Laurentiis, se arrivasse un’offerta congrua al valore del giocatore, potrebbe decidere di cederlo.

Roberto Rey

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*