Da domani la vetrina mondiale con Ancelotti e Giuntoli alla finestra

Si arricchisce di nomi il taccuino di Giuntoli che, come un ricercatore in laboratorio, cerca i profili giusti per il nuovo Napoli. Tuttavia è evidente che il ds lavori sotto traccia concedendo alla stampa soltanto degli indizi. Questa mattina il Corriere dello Sport riporta alcuni sondaggi del club azzurro per Dembelè, per Lotomba, per Elvedi e Hakimi. Resta invece una trattativa seria e in fase avanzata quella di Stefan Lanier del Red Bull Salisburgo, pronto nei prossimi giorni a firmare il contratto e che potrebbe affiancare Hysaj rimasto senza sostituto dopo l’addio di Maggio.
Resta comunque il nodo Maurizio Sarri, colui che ha dato tanto al Napoli ‘settebellezze’ ma che con la stessa autorità vorrebbe portare con sé un pezzetto di patrimonio condizionando il mercato degli azzurri. Nello scambio ipotizzato per far sedere Sarri sulla panchina del Chelsea sarebbero coinvolti Hysaj, Mertens e Albiol a fronte di un portiere giovane Thibant Courtois classe 92, che difenderà la porta dei Diavoli Rossi ai Mondiali e David Luiz di 31 anni che ha patito diversi infortuni alla caviglia e al ginocchio.
Dunque, occorre da parte dei tifosi acquisire l’arte di saper attendere perché Giuntoli ha il vantaggio di poter aspettare e di poter spendere: ma deve avere la certezza delle caselle vuote. Jorginho e Hamsik vanno via? Per l’italo-brasiliano sembra agli sgoccioli la trattativa che porterebbe nelle casse del Napoli altri 50 milioni che con i 111 (al netto 50/60) già da parte costituirebbe un bel tesoretto.
Per Hamsik son tre le squadre cinesi interessate a Merekiaro e tra queste il Guangzhou di Cannavaro che ha dichiarato “Non voglio essere io, napoletano, a portar via il capitano del Napoli”: ma dovessero crearsi le condizioni giuste…. In tal caso altri 30 milioni si aggiungerebbero per il mercato reale.
Ancelotti, pur da lontano partecipa attivamente alle proposte di Giuntoli e sembra sposare in pieno la filosofia di De Laurentiis sempre poco attratto da giocatori veterani: per il sostituto di Jorginho il tecnico avrebbe suggerito Sebastian Rudy (classe 90) del Bayern, ma la strada sarebbe troppo in salita per cui Giuntoli continua a monitorare Stanislav Lobotka che a novembre compirà 24 anni. Di lui ha parlato anche Marek Hamsik e l’agente di Lobotka, Branislav Jasurek, a Radio Crc ha dichiarato:
Fanno piacere le parole di Hamsik. Lobotka piace a tante squadre, anche al Napoli ed è per noi un orgoglio essere accostati a un grandissimo club che disputa la Champions League ed è allenato da un tecnico fantastico come Ancelotti. Parliamo di un centrocampista che gioca davanti alla difesa, un numero 6 non molto grosso ma rapido. Aggressivo in fase di non possesso, preferisce giocare come vertice basso.
Lo slovacco, arrivato in Liga dal Nordsjaelland nell’estate del 2017 per 5 milioni, è diventato il pilastro del Celta Vigo giocando tutte le 38 partite più tre di Copa del Rey. Il problema più grande è la clausola proibitiva di 45 milioni che il Napoli già da tempo, tenta di far abbassare. Intanto Lucas Torreira, il primo nome in lista sin da marzo, quale sostituto di Jorginho, sembra ad un passo dall’Arsenal, alla corte di Usai Emery: Ferrero lo cederebbe per 30 milioni dopo aver tentato di piazzarlo per 50 milioni.
Da domani la vetrina mondiale: Giuntoli e Ancelotti sono alla finestra.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1674 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*