Dagospia: non giova neanche alla Juventus dover difendere ogni vittoria dal sospetto

 

Michael Bossler, della Sezione Arbitraggio presso la Federazione Mondiale del calcio a Zurigo, ha aperto un’inchiesta in seguito all’invio del Dossier curato dal Movimento Neoborbonico. Sotto osservazione episodi dubbi emersi in 20 partite disputate dalla Juventus, e, in particolare quelle con la Lazio, Fiorentina, Genoa, Cagliari, Benevento e Bologna. Inoltre nel dossier vengono posti quesiti circa la gestione dei prestiti e cartellini dei giocatori, la richiesta di approfondimento sul possibile ‘controllo’ del mercato, dei media, fino ai presunti finanziamenti dell’AIA da parte di società vicine alla Juve.

Non bastasse, la Figc ora indaga sulle accuse di Gian Piero Gasperini all’arbitro Luca Pairetto, e la Procura guidata da Giuseppe Pecoraro ha aperto un’inchiesta dopo la denuncia del tecnico per “esser stato minacciato dall’arbitro”, figlio dell’ex designatore Pierluigi coinvolto da Calciopoli e fratello di un dirigente della Juventus. “ Pairetto – ha chiarito Gasperini – ha detto che ci saremmo rivisti a Roma: non so come potesse sapere che il Var in casa della Lazio l’avrebbe fatta lui.”  Ma ora è pronto ad affrontare l’inchiesta sicuro che le sue parole “sono tutte dimostrabili”.

Anche la conferenza del Presidente De Laurentiis è stato un atto di accusa nei confronti della classe arbitrale, né la Lazio ha risparmiato critiche sulla gestione della VAR.

Finisce nella nebbia il settimo scudetto conquistato dalla Juventus che alza il livello di faziosità e acredine nel difendere un ‘diritto acquisito’ fuori dal campo. Finisce nel ridicolo la festa dei bianconeri che pur di screditare gli avversari non riescono a gioire della vittoria.  Un Giorgio Chiellini che chiede rispetto dopo il gestaccio a Madrid, rappresenta in toto Giano bifronte con una grande differenza: Insigne, ironico, aveva fatto riferimento alle finali perse dalla Juve (e lo sfottò non è perseguibile per legge), mentre you pay è un’infamante accusa.

Risolve ogni dubbio Dagospia, la risorsa informativa che si occupa di retroscena,  con un commento al vetriolo . “Come la Juventus sta uccidendo il calcio italiano; questa egemonia è tipica solo dei sistemi sottosviluppati”. Sintetico, velenoso, purtroppo vero.

Se Mancini vuole ricostruire l’Italia, il sistema calcio dovrà fare un passo avanti per non continuare ad assistere alla gloriosa maglia bianconera trionfare soltanto in Italia con tanti dubbi: “Non giova neanche alla Juventus – commenta Dagospia – dover difendere ogni vittoria dal sospetto”.

 

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1542 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*