Del Genio: «Contro il Sassuolo servirà grande efficacia in zona goal. Insigne e Jorginho hanno dimostrato carattere e personalità in nazionale»

Contropiede Azzurro ha nuovamente incontrato il giornalista/opinionista Paolo Del Genio per la rubrica “L’angolo di Del Genio”, affrontando temi che vanno dalla gara contro il Sassuolo che attenderà gli azzurri sabato pomeriggio alla tragica notizia della morte di Emiliano Mondonico, tecnico della squadra partenopea nella stagione 2000/2001 che purtroppo si concluse con la retrocessione e il conseguente fallimento.

Per cominciare, un ricordo di mister Mondonico.

«Ho un gran bel ricordo. E’ stato, purtroppo, allenatore del Napoli in un anno difficile. Tuttavia è sempre apparso disponibile e personalmente in diverse interviste ho notato che fosse una persona molto innamorata del suo lavoro. Negli ultimi tempi mi era capitato spesso di avere collegamenti radiofonici con lui e posso dire che, oltre a parlare di calcio, ci si divertiva davvero tanto».

Sul rendimento poco convincente di Insigne e Jorginho in nazionale.

«Sicuramente dipende dal momento di crisi che il calcio italiano sta vivendo e anche dai meccanismi perfetti del Napoli che esaltano l’undici titolare. E’ giusto ricordare che anche un campione come Messi in nazionale si trasforma rispetto a quello che è nel Barcellona. Non c’erano assolutamente le condizioni per cui i due azzurri potessero far bene in nazionale. Secondo me hanno dimostrato personalità e carattere in una squadra che non riusciva a mettere la palla dentro da diverse partite. Non riesco proprio a capire perché sarebbero dovuti essere loro i salvatori della patria».

Sulla volata finale di Juventus e Napoli per la conquista dello Scudetto.

«Le due squadre stanno viaggiando ad una media punti impressionante, anche se non è detto che sarà sempre così fino alla fine del campionato. E’ difficile capire dove potrebbero esser persi dei punti. Basti pensare che la Juve ha pareggiato con la Spal e vinto con la Lazio, che invece sembrava la squadra più in condizione di metterli in difficoltà».

Sulle condizioni di Hamsik e di Hysaj.

«Il capitano non partirà sicuramente titolare ma sarà a Reggio Emilia: probabile che possa fare il suo ingresso a partita in corso.  Si farà invece il possibile per far scendere in campo dal primo minuto Hysaj».

Per concludere, una considerazione sulla gara contro il Sassuolo.

«Non sarà una partita diversa dalle altre disputate dal Napoli. Mi auguro che gli azzurri siano più precisi e determinati in zona goal rispetto alle altre partite».

Video intervista realizzata da: Bruno Marchionibus, Massimiliano Pucino e Lorenzo Gaudiano

 

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 966 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*