Di solito i campioni d’Europa sono favoriti….ma nel calcio non si sa mai.

E’ bene affrontarli subito? E Llorente è carico al punto giusto?Non cambia molto prenderli alla prima o alla seconda, passare il turno non è un problema di calendari. Llorente è qui perché può esserci utile, è un ottimo attaccante ma c’è il rischio di confonderlo con uno solo forte di testa. Llorente anche se è alto è un calciatore, è uno che è completo, non solo un testatore“.  Carlo Anceloti nella conferenza stampa per la presentazione della prima di Champions League in programma domani sera al San Paolo, era accompagnato dal campione spagnolo Fernando Llorente fortemente voluto proprio dal tecnico di Reggiolo. Parole prudenti che nulla hanno svelato circa la formazione che andrà in campo, pur se tra i convocati figura anche Arek Milik.
Ma quanto è competitivo il Napoli per la Champions e per lo Scudetto? Cambia l’approccio da favoriti nel girone? “Dobbiamo rispettare il campo, non tanto quello che si dice fuori. La Juve sembra chissà cosa sia successo, ma ha fatto solo un pareggio;. il Napoli può essere competitivo, così come le altre, ed anche l’Atalanta. Queste 4 possono essere molto competitive in Champions e tutte e 4 possono passare”.
In casa sono imbattuti da 3 anni, ma fuori casa sono più umani. “Sì, il fattore ambientale incide. Anfield incide molto. Domani spero il San Paolo incida allo stesso modo. L’ambiente visto con la Samp è stato molto positivo, speriamo di essere all’altezza. L’anno scorso hanno perso tutte e 3 le gare esterne del gruppo, ma sono passati in casa. Rispetto all’anno scorso però sono più solidi anche fuori. Il Liverpool, ha tante certezze ora, ma anche noi siamo cresciuti come qualità e conoscenze. Sarà una partita a livello emozionale come l’anno scorso, combattuta, intensa, ci auguriamo dello stesso livello”.
Poi qualche domanda per capire quale difesa sarà schierata: L’anno scorso sorprese tutti con Maksimovic, ci sarà qualche novità anche per domani? “Non dobbiamo snaturare la nostra identità, è chiaro che dobbiamo prendere spunto dai problemi avuti contro loro e anche dalle cose positive. L’aspetto difensivo è importante, ma poi c’è la qualità di chi abbiamo che in partite del genere devi mostrare”.
E Lozano? “Si tratta di un ragazzo umile, serio e intelligente. Giocatore di grande qualità che ha dimostrato solo in parte le sue qualità, non ho nessun dubbio che farà benissimo per la sua umiltà e generosità”.
Domani ci confrontiamo con i migliori del gruppo e d’Europa. A differenza delle altre, non ha avuto alcun passo falso quindi è un test difficile ma anche eccitante”: il San Paolo faccia la sua parte e anche LLorente attende: ““Il calore della gente, è pazzesco, appena arrivi subito te lo fanno sentire. E’ meraviglioso. Ora non vedo l’ora di fare gol per dedicarlo a loro”.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2060 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*