Diciassettesima giornata, otto ore non stop di calcio

Nostalgici del calcio di una volta, della “domenica alle 3”, per citare un celebre coro dei tifosi napoletani, per una volta la Lega Serie A vi verrà incontro, invece di lanciarsi in improbabili “giornate-spezzatino” ad uso e consumo delle TV. Difatti per la prossima giornata, la diciassettesima, tutte le partite si disputeranno sabato 22, nell’arco di otto ore: dal lunch match delle 12.30 al big match Juventus-Roma delle 20.30.

Il Cagliari sfiderà la Lazio a Roma nel primo match di giornata (12.30, DAZN). I sardi sono reduci dall’ottima prova contro il Napoli, che non è bastata ad evitare la prima sconfitta interna stagionale, i laziali dal ko di Bergamo. Mister Maran non recupera Pavoletti e Castro, ma stavolta potrebbe giocarsi la carta Cerri per dare fisicità all’attacco, con Faragò che retrocederebbe sulla linea difensiva. Inzaghi recupera Marusic ma perde Leiva (noie muscolari, resta in dubbio), solito ballottaggio Correa-Luis Alberto per affiancare Immobile.

Alle 15 si disputeranno ben sei partite. Si inizia con Udinese-Frosinone (DAZN): i ciociari hanno esonerato in settimana coach Longo, sostituito da Baroni. I dubbi sui titolari dipendono dal sistema di gioco che adotterà il nuovo tecnico, se 3-4-1-2, 4-3-3 o 3-5-2. I friulani hanno bisogno urgente di punti per muoversi dalle sabbie mobili della bassa classifica: Pussetto e De Paul avranno il compito di far male alla difesa laziale.
Milan-Fiorentina (Sky) potrebbe essere l’ultima spiaggia per la gestione Gattuso, reduce da diverse settimane deludenti. Il tecnico calabrese deve anche fare a meno di Kessie e Bakayoko (squalificati) e dovrebbe rispolverare Bertolacci e Jose Mauri. Per il resto confermato il 4-4-2 con Higuain e Cutrone terminali offensivi.
Altra partita interessante sarà Genoa-Atalanta (Sky), con i padroni di casa autori di un’ottima prova a Roma contro i giallorossi, e gli orobici con un Zapata in forma straripante.
Empoli-Sampdoria e Sassuolo-Torino (Sky)  diranno qualcosa di più sulle ambizioni europee di Samp e granata, nonché del buono stato di forma di Empoli e Sassuolo.
Chiude il sestetto Napoli-Spal (Sky). Hamsik, Callejon e Insigne torneranno dal 1’, così come Albiol. Ospina, Malcuit e Ghoulam dovrebbero confermare la loro titolarità, mentre Fabian Ruiz è in ballottaggio con Zielinski. In attacco, dubbio Mertens-Milik con il belga in leggero vantaggio.

Alle 18 si disputeranno due partite, Chievo-Inter e Parma-Bologna (entrambe Sky). Il Chievo, benchè ultima in classifica, non perde da oltre un mese, ma Di Carlo mai ha sconfitto l’Inter che tenterà di allungare il passo per puntellare il 3° posto. Icardi, probabilmente con Perisic alla sua sinistra, tenterà un varco nella muraglia clivense. Per Parma-Bologna si tratta di un derby salvezza anche se i ragazzi di D’Aversa cercano la vittoria per ambire magari ad un posto in Europa, mentre  il Bologna vive una profonda crisi di gioco e risultati. Occhio, comunque a Inter e Bologna, prossime avversarie del Napoli.

mentre alle 20.30 l’atteso big match Juventus-Roma (DAZN). Allegri recupera Khedira che insidia Bentancur a centrocampo, mentre Pjanic e Matuidi sono certi del posto. In attacco, scalpita Douglas Costa (nel caso, Dybala scivolerebbe in panchina). Sponda Roma, Pellegrini, Dzeko e El Shaarawi sono in dubbio ma proveranno ad essere della partita, mentre Pastore e Santon contendono una maglia a Zaniolo e Florenzi; davanti, Kluivert e Under sono certi del posto.
Un sabato da trascorrere davanti al televisore: con la speranza che i risultati siano azzurri.

Claudio Urciuolo

Claudio Urciuolo
Informazioni su Claudio Urciuolo 69 Articoli
Collaboratore

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*