E cala il sipario con il Palermo salvo e il Carpi retrocesso

Il Palermo resta in serie A e il Carpi torna in serie B: questi i verdetti dell’ultima di campionato.

Nel pomeriggio tre gare senza storia: Chievo-Bologna (0-0) finisce senza reti. Una partita che non ha offerto emozioni, né gesti tecnici apprezzabili. Il Chievo chiude il campionato a 50 punti e il Bologna a 42.

Genoa- Atalanta (1-2) Chiude in casa con una sconfitta il Genoa di Gasperini che dopo la salvezza raggiunta e la vittoria nel derby, è apparsa priva di grinta, mentre l’Atalanta di Reja è sembrata più aggressiva. Nel secondo tempo i gol: apre al 7° D’Alesandro, pareggia Pavoletti al 13° e Kurtic chiude i conti al 37°

Empoli-Torino (2-1) di fronte al proprio pubblico, l’Empoli vuole salutare con una vittoria e al 12° Maccarone segna il gol del vantaggio. Al 9° del secondo tempo raddoppio di Zielinski e due minuti dopo accorcia Obi.

Ben diversa è l’attenzione in serata sui campi di Udine e di Palermo che in 90 minuti decidono di un intero campionato.

Palermo – Verona (3-1) e Udinese-Carpi (1-2) sono vissute in simultanea. Al 28° segna Vazquez che significa salvezza per il Palermo; 36° e 38° doppietta di Verdi per per il Carpi che ridona speranza agli emiliani. Al 48° segna Viviani per il Verona che si porta sull’1-1 e condanna il Palermo. Poi Maresca e Gilardino lanciano il salvagente ai rosanero che al 95° possono esultare sul proprio stadio in una festa non meno emozionante di quella del San Paolo.

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2087 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*