Eppur si muove, sabato in piazza Quattro Giornate manifestazione per lo Stadio Collana

 

Un dossier di 1000 pagine non riuscirebbe a raccontare una vicenda divenuta kafkiana: ma tant’è, lo Stadio  Collana è sbarrato, negato ai napoletani. Come qualcuno molto attento ricorderà, da gennaio la società Giano che aveva vinto il bando regionale dopo vari ricorsi fino alla sentenza del Consiglio di Stato, avrebbe dovuto iniziare i lavori, ma ancora una volta, e da luglio, la Regione Campania, proprietaria dell’impianto non ha consegnato materialmente le chiavi. Il Comune, il 21 dicembre scorso, ha annunciato la volontà di prenderlo in gestione e proprio il Sindaco De Magistris con l’assessore Borriello hanno ricordato che “sin dal rimo momento abbiamo accompagnato la società vincitrice del bando ai fini di accelerare i tempi della burocrazia amministrativa. Ora siamo pronti a prendere tra gli impianti sportivi in gestione del Comune di Napoli, anche lo stadio Collana per restituirlo ai cittadini e agli sportivi”.

Da queste ultime dichiarazioni è scaturita la proposta della Municipalità 5 per istituire un tavolo interistituzionale permanente ed assemblea pubblica che veda la partecipazione di Regione, Comune, Municipalità, Giano e Associazioni Sportive al fine di monitorare tutte le fasi di recupero dello Stadio. A questo appello si è aggiunto anche il comunicato stampa di demA – Democrazia e Autonomia, Napoli che annuncia : “Sabato 5 gennaio 2019 alle ore 12.00 in piazza Quattro Giornate il Movimento demA di Napoli aderisce e partecipa alla manifestazione organizzata dalla Municipalità5 per sbloccare l’assurda situazione in cui è precipitato lo STADIO COLLANA.

La complessa e mal gestita vicenda scaturita dal bando con cui la Regione sottrasse al Comune di Napoli la gestione dell’impianto, ha di fatto sottratto alla Città l’unica struttura di riferimento per migliaia di amatori, di sportivi, di giovani ed anziani che ne fruivano.
L’inerzia della Regione, che ha portato al blocco totale dei lavori ed anche all’esclusione dello Stadio Collana dagli impianti utilizzabili per le UNIVERSIADI 2019, è inaccettabile così come inaccettabile è la coltre di silenzio e di rassegnazione caduta su tutta la vicenda.

demA invita tutti i cittadini, le associazioni sportive, le scuole e le associazioni di volontariato che hanno usufruito in passato delle palestre e degli spazi del Collana, a partecipare alla chiamata della Municipalità5 per PRENDERE LA PAROLA direttamente e costruire una forte azione civica per la riapertura dello stadio.”

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1865 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*