Euro 2020: l’Italia c’è

Italia-Finlandia 2-0: è iniziata bene la corsa dell’Italia verso Euro 2020 dopo il momento buio che ha visto gli azzurri esclusi dai Mondiali e balbettare nella prima edizione della Nations League. Dal 21 marzo sino al 19 novembre si giocheranno le gare di qualificazione e il 2 dicembre, alle ore 12, presso la Convention Centre di Dublino ci sarà il sorteggio che accoppierà le squadre: passano il turno le prime due qualificate di ogni girone, ma non va dimenticata la Nations League con le Final Four che assegneranno un posto di diritto a Euro 2020. L’Italia è inserita nel girone J, non impossibile, dovendo affrontare la Bosnia ed Erzegovina, la Finlandia, la Grecia, l’Armenia, il Liechtestein.

Una squadra giovane e ancora “in sperimentazione” ha battuto la Finlandia con i gol di due giovanissimi: Barella e Kean, ma il maturo capocannoniere Quagliarella che ha sfiorato il 3-0, potrebbe tentare il gol-azzurro martedì prossimo quando l’Italia, al Tardini di Parma, incontrerà il Liechtestein.

Guardando le date delle gare che impegneranno le Nazionali, non si può non pensare alle pause non gradite ai tecnici, che interromperanno il prossimo campionato a settembre, ottobre e novembre quando i gironi di Champions ed Europa League chiedono la massima concentrazione.

Con martedì sera, il rompete le righe: si proseguirà a partire dal 7 giugno quando l’Italia incontrerà fuori casa la Grecia; l’11 giugno sarà Italia-Bosnia ed Erzegovina.
A settembre, il 5, sarà Armenia-Italia e l’8 settembre Finlandia- Italia
Il 12 ottobre Italia-Grecia e il 15 Liechtestein-Italia
Il 15 novembre Bosnia – Italia e il 18 Italia-Armenia.
Se ne parlerà poi a marzo 2020, spareggi qualificazione, per poi giungere alla fase finale con la partita inaugurale, il 12 giugno a Roma e la finalissima il 12 luglio a Wembley.
**********************
Intanto Carlo Ancelotti attenderà mercoledì il rientro di tutti gli azzurri sparsi nel mondo con la speranza che non vi siano conseguenze com’è stato troppo spesso nel passato.
Il rush finale del Napoli è molto impegnativo e il tecnico ha gli uomini contati: Fabian Ruiz torna dovendo smaltire le tossine di una brutta influenza; così Milik, Mertens e Meret che hanno accusato lievi stati febbrili; per Zielinski il tempo si smaltire la botta alla schiena già sapendo che non potrà essere schierato contro la Roma per squalifica. Infine si attende il rientro di Ghoulam che si trova nella clinica “Move to Cure” di Anversa diretta dal fisioterapista Lieven Maesschalck per riacquisire potenza nelle gambe.
Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*