Finale di Europa League, Chelsea – Arsenal questa sera, alle 21 all’Olympic Stadium di Baku, in Azerbaigian

In palio la Coppa per una sfida tutta inglese come sarà anche quella di Champions tra il Tottenham e il Liverpool sabato prossimo.
Il Chelsea guidato da Maurizio Sarri ha raggiunto la finale eliminando nell’ordine Malmo, Dinamo Kiev, Slavia Praga ed Eintracht Francoforte in un cammino piuttosto agevole pur se nell’ultimo ostacolo in semifinale ha avuto la meglio ai calci di rigore. I Gunners, hanno però sofferto maggiormente nel loro percorso contro BATE Borisov, Rennes, Napoli e Valencia. Rispetto a Maurizio Sarri, Unai Emery  ha una motivazione in più per conquistare la Coppa che gli darebbe il pass per la Champions 2019/20. Pochi i dubbi per le formazioni: Sarri verificherà le condizioni di Kante che, se non ottimali sarebbe sostituito da Barkley. In difesa Christensen al posto di Rudiger infortunato e avanti Hazard, Giroud e William. In panchina Higuain e Pedro.
Per Emery il dubbio tra Cech (probabile nuovo ds del Chelsea) oppure Leno e anche in difesa molti dubbi secondo il modulo, mentre in attacco Ozil agirà alle spalle di Lacazette e Aubameyang.
Alla finale assisterà anche il Presidente Agnelli che giovedì incontrerà l’agente dell’allenatore toscano e i dirigenti inglesi per ottenere il via libera dal Chelsea e approdare a Torino. Intanto l’edizione del Mundo Deportivo rivela che i dirigenti del Chelsea avrebbero deciso di trattenere il tecnico toscano al di là del risultato finale di Chelsea-Arsenal: un’altra partita del divenire.
L’interessante sfida di questa sera avrà una direzione tutta italiana: la UEFA ha designato Gianluca Rocchi, 45 anni, alla sua prima finale di Europa League, che sarà assistito da Filippo Meli e Lorenzo Manganelli. Quarto ufficiale, Daniele Orsato. Al Var Massimiliano Irrati, coadiuvato da Marco Guida e dai polacchi Szymon Marciniak e Pawel Sokolnicki.
Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2060 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*