Forse a maggio riaprirà lo Stadio Collana

Il Collana non riapre. Almeno per ora. L’assessore allo Sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, in occasione della seduta del Consiglio Comunale ha parlato della questione dello Stadio Collana, all’ordine del giorno già il 27 febbraio e rimandata a questa mattina. “La Regione Campania – ha dichiarato Borriello – metterà i fondi per la messa in sicurezza dello stadio per poterlo riaprire al più presto: speriamo già per il mese di maggio”.

Come si ricorderà, la disputa è tra la Regione, proprietaria dell’impianto e il Comune che per anni, in comodato d’uso e senza fondi, ha gestito la struttura. Poi la decisione della Regione (presidenza Caldoro) di indire un bando per una gestione ai privati vinto dall’ATI, un consorzio di 9 società, pronto ad iniziare il restyling quando una sentenza del Consiglio di Stato presentata dall’altra società, Giano, ha annullato l’assegnazione della gestione all’ATI. Da qui tutto fermo. Collana chiuso, 40 società sfrattate e 7 mila utenti ignorati.

Una sconfitta per gli utenti, per le 40 associazioni sportive che operano nel Collana, ma soprattutto una grande sconfitta della politica regionale che non ha accolto l’invito dei cittadini a riaprire il Collana, nè ha accolto la richiesta del Presidente della V Municipalità Paolo De Luca e dell’assessore Borriello pronti a scendere in campo: una richiesta per lasciare la gestione di questi ultimi mesi fino all’estate e comunque fin quando non ci siano decisioni definitive sull’uso della struttura al fine di garantire le attività sportive.  Fin quando l’impianto è rimasto aperto, (25 gennaio), 7 mila persone, bambini, anziani, disabili e promesse di atleti, hanno invaso l’impianto dalle 9 del mattino alle 9 di sera: d’incanto l’impianto è divenuto un pericolo. Un po’ tardi per preoccuparsi della salute degli utenti considerando che la società vincitrice del bando aveva assicurato che in pochi giorni, (quattro o cinque aveva dichiarato Sandro Cuomo in un’intervista) dopo la messa in sicurezza dell’impianto elettrico, il Collana avrebbe riaperto per consentire tutte le attività sino al 30 maggio, per poi riaprire ad inizio dell’anno scolastico.

Oggi si parla soltanto di poter annoverare l’impianto tra le strutture che ospiteranno le Universiadi 2019; un impianto necessario per gli allenamenti dei futuri atleti. Oggi, invece, sarebbe stato importante sapere che la Regione Campania considera prioritarie le richieste di cittadini che non accendono i riflettori elettorali.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2036 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*