Già ben avviata la trattativa per Fernando Llorente che tutelerebbe anche il capitale Milik

Il Napoli punta seriamente a Fernando Llorente, ma il caso Icardi ancora blocca il mercato. Sulla punta argentina che vuole solo Juve, restano ancora impigliati Napoli e Roma. I giallorossi sarebbero pronti ad un sacrificio economico, rivedendo anche la media ingaggio come eccezione per Icardi, ma ‘piazzando’ Dzeko e potendo rinunciare a cuor leggero a Higuain che a 32 anni si fa prezioso. Anche il Napoli, rilancia in un continuo ping pong mettendo sul piatto 60 milioni, ma Icardi aspetta la “chiamata” della signora che non può arrivare fin quando la Juventus non avrà trovato casa a Dybala che potrebbe accettare il trasferimento al PSG dopo aver detto ‘no’ al Manchester anche per complicatissimi interessi economici legati al nuovo agente Jorge Antun che avrebbe chiesto una commissione da 15 milioni con i diritti d’immagine gestiti dall’ex agente Triulzi.

Molto può accadere proprio in questi prossimi giorni e, se Icardi trovasse magari un’intesa col PSG in caso di partenza di Neymar, tutte le operazioni potrebbero trovare soluzioni logiche. Ecco perché il Napoli, pur rilanciando l’offerta, ritenuta da Marotta la più seria, non può fiondarsi deciso sull’optione Milik-Llorente.

Fernando Llorente, El Rey León, è un calciatore spagnolo, dal 1° luglio svincolato, molto richiesto dal mercato non solo italiano che il Napoli, abbandonando la pista Icardi, potrebbe rendere azzurro in poche mosse. Carlo Alvino sul suo profilo Twitter conferma: “La pista Llorente non solo è vera ma è stata avviata già da settimane e non da qualche giorno. Secondo il Napoli lo spagnolo dovrebbe fare quello che ha fatto al Tottenham: l’ariete per sbloccare partite “storte”.

Sarebbe anche questa una novità assoluta per Aurelio De Laurentiis che mai ha amato gli ultratrentenni, ma per Fernando Llorente – pronto a mettersi a disposizione di Ancelotti – sarebbe estremamente saggio accettarne l’esperienza e soprattutto la difesa del capitale Arek Milik. Il polacco stenta ad entrare in forma ma a pieno regime e ben rifornito da un Lozano in più, garantirebbe una media gol di tutto rispetto, e Fernando Llorente, indiscutibile campione, sarebbe un’alternativa extra lusso che solo grandi club possono permettersi. Si dice – giustamente – che un giocatore classe ’85 sia più vicino all’abbandono che alle prospettive, eppure la Juventus si è legata mani e piedi ad un Divo del pallone che è nato 15 giorni prima di Llorente. Dunque, è estremamente positivo il tentativo già avviato dal ds Cristiano Giuntoli per concretizzare la chiusura del cerchio che, a questo punto,  potrebbe rivelarsi magico.
Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1996 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*