GIUDIZI (SEMISERI) SU ITALIA-COSTA RICA

Buffon: con la difesa che si ritrova davanti, pare abbia rimpianto addirittura Ogbonna, il che è quanto dire. 
Abate: a Napoli da ragazzo giocava ala destra e si alternava con Capparella. Credo basti questo a far capire che la Nazionale non sia cosa per lui. 
Barzagli: il miglior difensore che abbiamo, ma se una Nazionale che fino a qualche anno fa giocava con Cannavaro, Nesta e Maldini non può prescindere da Barzagli, è evidente che qualche problema c’è.
Chiellini: Nel primo tempo prende una pallonata in faccia e rischia di bucare il pallone col naso; poi le cose migliori le fa da assist-man per Campbell.
Darmian: spostato a sinistra, si conferma tra i migliori. Puntare su giovani come lui è la strada giusta.
De Rossi: l’unico centrocampista di interdizione, prova a fare quel che può..
Pirlo: vederlo in una squadra così è come vedere un’opera d’arte chiusa in uno sgabuzzino. Sprecato.
Thiago Motta: le altre Nazionali cercano di naturalizzare oriundi più forti dei giocatori che hanno, noi Thiago Motta. Rendiamoci conto…
Marchisio: tra i pochi che provano a far qualcosa per cambiare la partita.
Candreva: corre, ma è meno brillante che con l’Inghilterra.
Balotelli: per me uno così, e lo penso a prescindere se segni o no, il titolare lo può fare al massimo ai Campionati Mondiali di Twitter. Se poi in panchina viene lasciato il capocannoniere del campionato, uno un paio di domande sulle scelte di Prandelli se le inizia a fare…
Cassano: sono sempre stato un suo tifoso, ma si è presentato ai mondiali col fisico da cliente abituale di Chipstar e la condizione atletica di un pensionato al torneo di bocce. Così è impresentabile…
Insigne: non riesce a cambiare passo alla squadra, né più né meno degli altri, ma non buttiamo la croce solo addosso a lui..
Cerci: almeno prova a saltare l’uomo e ad andare nell’uno contro uno; probabilmente avrebbe meritato di partire dal primo minuto… 
Bruno Marchionibus
 
Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 952 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*