Giudizio sospeso, intanto sia il pubblico a rispettare la maglia

Una notte per pensare nell’Hotel di Castel Volturno sarà servita a ricompattare il gruppo: e non si parli di “patto” che porta proprio sfiga. Sarebbe importante ora una risposta del pubblico che ha già manifestato il suo aspro rimprovero al comportamento dei giocatori che non hanno rispettato la maglia. Ora basta.

Ieri c’era Lavezzi, Cavani, Higuain, Hamsik, tutti con la maglia azzurra: appartengono al passato ma i tifosi sono gli stessi di generazione in generazione. Se in un momento di follia 11 giovanotti l’hanno fatta grossa mancando di rispetto, il pubblico ora deve rispettare solo la maglia, in attesa di capire se si sia trattato di insubordinazione premeditata oppure di una ragazzata intollerabile per professionisti privilegiati che…passeranno anche loro per “evoluzione della specie” di darwiniana convinzione.

Ormai tutto quanto è accaduto nel post gara è chiaro almeno al 90 per cento: tuttavia quel gol vittoria che non è arrivato per mera sfortuna, ha reso furiosi i giocatori che nel dopo gara hanno sempre altissima la concentrazione di adrenalina nel sangue. Mai parlare nel dopo partita, che, tra l’altro, se vinta avrebbe prodotto 2,700.000 anziché 900.000. Dunque, negli spogliatoi, dovrebbero entrare i soli protagonisti e nessun altro. Men che meno i “vice” con scarsa propensione alla diplomazia come i papà.

Giusto quindi riavvolgere il nastro, riportarlo indietro per intuire che, forse, – senza estranei – il momento della ribellione si sarebbe risolto in una grande, normale rissa nella stanza dei segreti.

Invece: invece MalaNapoli ha fatto in un attimo il volo transeoceanico e oggi tocca ai tifosi spegnere i riflettori. Ma ai tifosi veri e non ai “capuzzielli” che già avevano preparato l’antitifo per questa partita. “I ragazzi della Curba B” è la canzone dell’ex casco d’oro; e questi ragazzi A o B, nulla cambia, ancora fanno girare volantini contro la società che obbliga al rispetto del posto assegnato. Questi sono coloro da indicare come MalaNapoli: questi i capuzzielli che tarpano le ali.
Napoli – Genoa abbia inizio.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2084 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*