Gli anticipi della ventiduesima giornata non riservano sorprese né brividi. L’addio di Denis e la prima vittoria di Spalletti

Carpi Palermo finisce 1 – 1 per lasciare tutti infelici e scontenti. Il Carpi non ha sfruttato la gara casalinga per la rimonta salvezza e il Palermo non ha portato a casa la vittoria dopo il vantaggio raggiunto il 24° del I tempo. A un quarto d’ora alla fine Rizzoli fischia il rigore per un fallo di Goldaniga su Mbakogu che Mancosu trasforma per l’1 – 1. Tutto sommato una gara noiosa che ha lasciato insoddisfatto anche Castori che ha dichiarato “Non sono contento per quello che abbiamo espresso e soprattutto nel primo tempo un ritmo troppo basso”.

Anche Atalanta – Sassuolo è finita in parità per 1 – 1. Succede tutto nel primo tempo con il gol di Berardi al 27° servito involontariamente da Cherubin, e con un rigore fischiato da Gavillucci due minuti più tardi. L’arbitro, non supportato dall’addizionale concede un rigore inesistente per un fallo di Consigli su Kurtic e Denis dal dischetto sbaglia ma sulla ribattuta insacca. Per Denis che torna all’Independiente, era la partita d’addio ed ha esultato andando a raccogliere la palla dalle mani del suo Mathias raccattapalle d’eccezione.

Roma – Frosinone si è conclusa con la vittoria dei giallorossi per 3 – 1. Tanti ancora i problemi per Spalletti che guida una squadra con molte difficoltà nell’impostazione. Contro il Frosinone ha sfoggiato possesso palla ma anche tante indecisioni in fase difensiva. Nel primo tempo segna Nainggolan, che riceve da Pjanic e quasi in mischia, da terra ( con un Salah in dubbio fuorigioco) beffa Leali che non vede il tiro. Dopo 6 minuti il Frosinone risponde: Chibsah riparte, riceve Ciofani che supera Zukanovic e con un destro al volo batte Szczesny. Comincia il secondo tempo e già al 3° minuto El Shaarawy inventa un gol che ha il sapore di riscatto personale; tenta ancora Dzeko, poi più nulla. Ritorna il Frosinone che pressa e rischia di pareggiare ancora, ma al 39°, un Totti statico, riesce a servire Pjanic che corre e segna il terzo gol. La Roma ha preso tre punti ma non può esultare ancora.

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1996 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*