Gol ed emozioni nel derby di Milano

AC Milan v FC Torino - Serie AFinisce come all’andata, ma a parti invertite, il primo derby della Madoninna Made in China. Dopo il 2 a 2 di un girone fa, agguantato dai nerazzurri all’ultimo respiro grazie una rete di Perisic sugli sviluppi di un calcio d’angolo, stavolta sono i rossoneri a raggiungere sul fotofinish i cugini, con un gol in acrobazia di Zapata su azione di corner.

Il Milan, voglioso di regalare alla nuova dirigenza la prima gioia proprio nella partita più attesa, parte forte, e nella prima mezz’ora di gioco tiene in mano il pallino del gioco, andando più volte vicino al vantaggio, soprattutto con un ispirato Delofeu che colpisce anche un legno. L’Inter, però, si mostra più cinica, e viola la porta di Donnarumma con Antonio Candreva, che su lancio di Gagliardini supera sullo stacco De Sciglio e punisce il portiere stabiese. I rossoneri provano a reagire, ma sono nuovamente gli uomini di Pioli a colpire; prima dell’intervallo infatti un letale triangolo tra Icardi e Perisic permette al croato di crossare dal fondo in favore del centravanti argentino che, liberissimo a centro area, non può far altro che regalare il doppio vantaggio ai suoi.

Nella ripresa la difesa interista sembra reggere bene i tentativi offensivi rossoneri, ed anzi è il solito Perisic ad avere in contropiede l’occasione per il 3 a 0, con l’ala che si fa però ipnotizzare da Donnarumma. Quando i tre punti sembrano ormai indirizzati verso la sponda nerazzurra dei navigli, tuttavia, i cambi indirizzano il match verso un finale thrilling: Pioli si chiude forse troppo inserendo un difensore, Murillo, per un centrocampista Joao Mario, concedendo metri ai ragazzi di Montella, che dal canto suo pèrova il tutto per tutto lanciando nella mischia Lapadula per lo stanco Sosa. Al trentottesimo è Romagnoli a riaprirla, con un gol da centravanti vero, intervenendo con la suola su un cross dalla destra. Il finale, poi, è da romanzo; al cinquantaduesimo della ripresa, a pochi secondi dal fischio finale, da calcio d’angolo Bacca trova una sponda aerea per Zapata, che con una sforbiciata colpisce la traversa e poi Medel che rinvia nei pressi della linea di porta. L’orologio di Orsato, però, suona; il pallone è entrato, per il Milan è pareggio e gioia, per l’Inter rammarico e rimpianti.

Bruno Marchionibus

Bruno Marchionibus
Informazioni su Bruno Marchionibus 967 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*