Granata a Vercelli per sperare nella salvezza diretta. Irpini ospiti del Perugia che vuole ancora i play-off

Sette partite per completare la stagione in corso. Se la Salernitana si gioca molto sul campo della Pro Vercelli, l’Avellino a Perugia oramai ha da ricercare solo la certezza matematica della salvezza, considerando che anche il cambio in panchina non ha sortito gli effetti sperati dalla dirigenza irpina. Alle ore 15 domani per le campane di B ci saranno due match chiarificatori, utili a comprendere cosa si può realmente portare a termine fino all’ultima gara di campionato.

146015077960639I granata visiteranno lo stadio Piola di Vercelli per confermare l’ottimo risultato della scorsa settimana contro il Latina e per ridurre la distanza ad un punto dalle Casacche Bianche, che occupano attualmente l’ultima posizione valida per la salvezza diretta. L’impegno è senza dubbio tra i più difficili proprio per la sua natura decisiva. In caso di sconfitta la squadra di Menichini dovrà ridimensionare i propri obiettivi, mirando almeno a raggiungere una delle due posizioni utili per i play-out, mentre per i piemontesi un successo rappresenterebbe un enorme passo verso la permanenza in serie cadetta. In caso di vittoria per i granata le cose si metterebbero senza dubbio bene, fornendo ai giocatori quella fiducia necessaria per portare a termine l’obiettivo fissato dalla dirigenza. Se il risultato finale dovesse essere un pareggio, la situazione rimarrebbe invariata e per la Salernitana purtroppo non sarebbe un buon risultato, perché per uscire da questa brutta situazione di classifica c’è necessità di risultati importanti e di più punti possibili. Il tecnico granata Menichini non avrà a disposizione Bernardini in difesa per un problema muscolare e Moro a centrocampo squalificato ed infortunato. Rispettivamente in casa ed in trasferta le due squadre vengono da una buona serie di risultati utili, fatta più di pareggi che vittorie, sempre utili ai fini della graduatoria. All’andata la Pro Vercelli espugnò l’Arechi, per cui la Salernitana avrà la chance di vendicare l’esito del match di qualche mese fa. Il direttore di gara sarà Federico La Penna della sezione di Roma 1.

Gara completamente diversa per l’Avellino al Curi di Perugia, dove si scontrano due compagini che fino ad un mese fa occupavano una posizione in zona play-off al momento distante per entrambe, più per gli ospiti che per i padroni di casa. I biancorossi, allenati da Bisoli, avranno l’occasione di ritornare al successo in casa che manca dal derby contro la Ternana per non perdere ulteriore terreno da un Novara in crisi di risultati all’ottavo posto in classifica, mentre i biancoverdi dopo il buon inizio con Marcolin in panchina hanno subito due pesanti sconfitte che hanno messo fine alla speranza della dirigenza di puntare alla massima serie. Il tecnico irpino dovrà fare a meno del portiere Frattali e del difensore Pisano e, in seguito alle ultime prestazioni, starebbe secondo alcune indiscrezioni valutando se tornare al modulo impiegato dal suo predecessore Attilio Tesser, ossia il 4-3-1-2. Oramai i lupi hanno da chiedere a questa trasferta la ricerca di tre punti che velocizzerebbero la pratica della salvezza matematica, mentre i grifoni possono ancora credere in un posto in zona play-off, a patto che si metta in piedi una striscia valida di risultati utili. A dirigere la gara sarà Vincenzo Ripa della sezione di Nocera Inferiore.

Lorenzo Gaudiano

 

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 945 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*