I SOGNI SON DESIDERI

“…se credi chissà che un giorno non giunga la felicità non disperare nel presente ma credi fermamente e il sogno realtà diverrà…”.

Se ci credeva la simpatica Cenerentola, che di periodi grami se ne intendeva, perché non potrebbero farlo Benitez e i tifosi azzurri? Soprattutto ora che il Napoli è da solo al terzo posto in classifica, ad appena 4 punti dalla Roma e a 7 dalla corazzata Juventus. Una posizione che, considerando lo sciagurato inizio di campionato e il prossimo mercato di gennaio, lascia ancora aperta la finestra dei sogni. Per continuare a sperare, però, bisognerà saper mantenere, se non ridurre, questa differenza di punti fino al big match dell’11 gennaio al San Paolo contro i bianconeri. Potrebbe essere quello il vero esame di maturità per la squadra di Don Rafé che, vincendo, diminuirebbe a soli 4 punti il distacco dalla prima, riaprendo un campionato che molti “sapientoni” avevano già considerato fallimentare. E il Napoli spumeggiante e devastante visto nelle ultime sette partite può farcela. A patto che la società sappia sfruttare con intelligenza la sessione invernale del calciomercato, ingaggiando un sostituto degno dello sfortunato Insigne, oltre ad un paio di calciatori che siano in grado di far salire il tasso qualitativo della rosa.

Dopo aver visto le ultime straordinarie gare disputate dagli azzurri in casa e fuori, sono in tanti, tra gli addetti ai lavori, a dire che il Napoli pratica il miglior calcio in Italia e che il suo allenatore ha saputo trasmettergli la giusta mentalità vincente. E se è vero che i risultati sono la naturale conseguenza del bel gioco e dell’autostima, non resta altro da fare che seguire il consiglio di Cenerentola:

“…chiudi gli occhi per sognar e tutto cambierà, i sogni son desideri chiusi in fondo al cuor…”.

Roberto Rey

 

Informazioni su Redazione 1515 Articoli
---

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*