Il Benevento due anni fa eliminò il Perugia di Bucchi dai play-off. Oggi potrebbe essere lui il nuovo tecnico dei sanniti

La ricerca del nuovo allenatore per il Benevento potrebbe essere giunta al termine. I rumours di mercato danno prossimo alla firma con i sanniti l’ex tecnico di Perugia e Sassuolo Christian Bucchi.

L’ex giocatore del Napoli, come De Zerbi, dovrebbe essere la prima pietra del nuovo palazzo in costruzione dalla ditta Vigorito-Foggia, che stanno cercando nel più breve tempo possibile di chiudere il discorso allenatore e cominciare a costruire la rosa per il campionato di B.

Anche Juric e Drago erano stati accostati alla panchina giallorossa, rifiutata secondo le indiscrezioni in attesa di altre proposte dal mercato.

Bucchi sarà il profilo giusto? Innanzitutto sulla sua valutazione non bisogna lasciarsi influenzare dall’esordio in massima serie con il Sassuolo nella passata stagione. Il tecnico probabilmente ha approcciato alla Serie A nel modo sbagliato, forse con la consapevolezza di non poter fare meglio del suo predecessore Di Francesco.

Nonostante questo, c’è la sua stagione a Perugia che può testimoniare la sua competenza. Guarda caso, nell’anno della promozione in A del Benevento, i sanniti incrociarono in semifinale play-off gli umbri, che non arrivarono al meglio della condizione. Il campionato fu chiuso al quarto posto con la valorizzazione di profili come Di Carmine in attacco e Di Chiara in difesa, passato poi al Benevento in A senza mai incidere.

Nelle sue passate esperienze tra Lega Pro e  Serie B Bucchi ha dimostrato grande duttilità tattica tra il 4-3-3 ed il 3-4-2-1. Con il suo ingaggio si potrebbe anche continuare il progetto tecnico intrapreso da De Zerbi, anche se le incognite sulla permanenza di vari membri dell’organico sono tante. Per esempio, Venuti ha fatto già ritorno alla Fiorentina, mentre Sandro, Djuricic, Guilherme e Brignola potrebbero fare scelte professionali diverse.

Questo è il motivo principale per chiudere al più presto il discorso allenatore, anche per provare a convincere qualche elemento importante in rosa a rimanere per riprovare il salto in A. La linea sul mercato dovrà essere quella di ingaggiare giovani profili con qualche giocatore d’esperienza che possa tornare utile in un campionato lunghissimo tra stagione regolare e play-off.

Dopo la scelta dell’allenatore, il secondo passo da fare dovrà essere proprio questo.

Lorenzo Gaudiano

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 994 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*