Il Benevento fa tremare la ricca e protetta Juventus

La Juve passa a Benevento ma fa fatica, molta fatica, nonostante il risultato finale dica che la gara è terminata sul 4 a 2 per gli ospiti. Sulla vittoria dei bianconeri pesano, infatti, diverse decisioni favorevoli che forse sarebbe meglio definire parecchio generose.

Questo prologo, però, non deve oscurare la splendida prestazione dei sanniti, ultimi in classifica ma non nel gioco, che hanno dimostrato come si può affrontare la capolista senza timore reverenziale e con il giusto agonismo.

Il progetto Benevento del presidente Vigorito ci si augura non venga abbandonato perché con questa rosa a disposizione, sin dalla prima giornata, la squadra sannita si sarebbe quasi certamente salvata.

Insomma il Benevento non si è scansato, non ha fatto ostruzionismo, ha giocato alla pari ed in più occasioni ha messo in grande difficoltà la Juventus.

Ci sarebbe, poi, da parlare della vergogna di ascoltare una telecronaca, come quella di Sky, piena di errori; poi si potrebbe valutare l’intervento del Var sul primo rigore ed il mancato richiamo all’arbitro sul secondo e ancora l’incerta e condizionata direzione arbitrale che ha sorvolato su alcuni cartellini gialli consentendo nel contempo ai bianconeri di protestare durante tutto l’arco della gara.

Lo sviluppo di questi filoni d’analisi offuscherebbe, però, la prova di grande sportività messa in campo dal Benevento che avrebbe meritato almeno il pareggio.

I sanniti hanno combattuto in tutte le zone del campo e quando De Zerbi è stato costretto ad avvicendare, perché stanchi, alcuni uomini importanti nell’economia del suo gioco la squadra ha fatto quanto poteva.

Il messaggio va al campionato, a quelle squadre che affrontano i campioni in carica pensando di essere già battuti. A quelli che considerano la difesa della Juventus imbattibile sino a quando, sul campo di una neopromossa, incassa due reti da chi sino ad oggi ne aveva messe a segno solo 24 in 30 partite avendone incassate 69.

La corsa per lo scudetto continua, la Juventus non è imbattibile, qualche crepa esiste e potrebbe allargarsi. Nel frattempo da Napoli e da tutti i napoletani vada al Benevento un grazie per la lealtà, il coraggio e la grande sportività messa in mostra anche da un pubblico che la serie A la merita tutta.

Giovanni Gaudiano

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*