Il futuro di Hysaj è ancora a Napoli o al Chelsea?

“Nelle ultime quattro gare Hysaj ne ha giocata una soltanto. Forse – ha aggiunto Giuffredi in tono polemico– non rientra più nei piani di Ancelotti che, pure, aveva bloccato a giugno la partenza del terzino verso il Chelsea. Se il tecnico non lo reputa più un titolare, c’è da togliere il disturbo: Hysaj non merita un trattamento sbagliato visto quanto ha dato negli ultimi tre anni”.

Dopo queste dichiarazioni, l’incontro tra il procuratore di Hysaj e Cristiano Giuntoli a Castel Volturno per un rinnovo di contratto e la revisione della clausola sembra non aver dato risposte e già si parla di un addio, magari a giugno. Un atteggiamento, quello del procuratore, legittimo nel considerare il proprio ruolo, incomprensibile viceversa, se rapportato al modo di gestione di Carlo Ancelotti che ha impiegato 20/21 giocatori nel corso del girone d’andata, diversamente da Maurizio Sarri che utilizzava i magnifici titolarissimi.

Elseid Hysaj non è un top player ma un buon giocatore affidabile, giovane e serio che in una turnazione è elemento di grande valore. Tuttavia è da comprendere Mario Giuffredi che nel suo “mestiere” deve saper cogliere l’attimo proficuo e, in assenza del rinnovo di contratto, muovere le acque oggi per preparare il terreno a giugno. In più, un suo assistito, (dalla metà di dicembre) è anche Jordan Veretout che al Napoli piace tanto ma che non andrebbe via dalla Fiorentina almeno fino a giugno.

Diana Miraglia

 

 

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 1706 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*