Il futuro è già iniziato, il restyling di Castel Volturno e le garanzie tecniche per indurre Sarri a continuare il ciclo

 

Lo chiedeva Benitez, ora lo chiede Sarri e Aurelio De Laurentiis è pronto a pianificare il futuro costruendo la squadra di domani e ristrutturando la cittadella del Napoli.
A Castel Volturno si volta pagina: campi, piscine e sale subiranno un restyling completo. De Laurentiis, negli ultimi mesi aveva cercato altre location ma, secondo il Corriere del Mezzogiorno sarà ancora Castel Volturno la casa Napoli.: “Queste idee rappresentano una garanzia di crescita per il club, un altro argomento per convincere Sarri a continuare la sua avventura sulla panchina del Napoli. Il patron vuole annullare la clausola rescissoria e rivedere il contratto, ma ieri non c’è stato nessun incontro: il tecnico ha lasciato il centro sportivo dopo l’allenamento mattutino, poco prima dell’arrivo del presidente. De Laurentiis fra qualche giorno si recherà negli States, e la trattativa per il contratto di Sarri è verosimilmente rinviata a fine campionato”.

Un segnale importante per il tecnico che vuole garanzie precise prima del gran passo: De Laurentiis ha iniziato con i rinnovi di Allan e Ghoulam e giovedì scorso, a Roma, si è tenuto un ‘summit’ alla presenza dell’amministratore delegato Chiavelli e il ds Giuntoli per programmare il futuro di una big europea del calcio. Il Presidente, in collaborazione con il Comune, sembra intenzionato a creare una Cittadella dello Sport a Napoli Nord per migliorare gli impianti che siano all’altezza del settore giovanile; per Castel Volturno pensa a strutture all’avanguardia e per il ritiro estivo c’è stata la conferma a Dimaro, come chiedeva Sarri con un rinnovo con il comune di Val di Sole per altre tre settimane in Trentino.

Sarri è prudente e vuole essere certo che il ciclo continui anche in caso di partenze eccellenti: in pieno accordo con Giuntoli, altra pedina fondamentale, il Napoli sta lavorando sin da gennaio a puntellare e ampliare la rosa con i nomi più volte ricordati da queste colonne, pur certi che molte altre trattative restano ancora nell’ombra.

E solo dopo aver ricevuto queste garanzie, Sarri sarà pronto a trattare il rinnovo: il tecnico chiede 4 milioni e il Napoli offrirebbe 2,5. Normale trattativa che potrebbe esser chiusa con una cifra del ‘veniamoci incontro’ con un passo avanti da entrambe le parti. Ma per il Presidente è prioritario anche rimuovere la clausola rescissoria di 8 milioni,  in virtù della quale un qualsiasi club potrebbe incantare il tecnico che ormai è seguito da tutti i club più blasonati anche dopo gli elogi di Guardiola e Pochettino. Il futuro è già iniziato.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2118 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*