Il Milan non giocherà l’Europa League, la Roma accede ai gironi, il Toro giocherà i preliminari

E’ finalmente giunto il verdetto del Tas che ha sancito l’esclusione del Milan dall’Europa League Il Milan si pone come obiettivo il pieno rientro nei parametri Uefa sul fair play finanziario e attualmente non può risolvere altrimenti i danni pregressi per le inadempienze della gestione precedente.
In una lunga nota, l’attuale azionista di maggioranza (il fondo Elliott) spiega di aver
rilevato il controllo del club nel luglio 2018, ereditando consistenti e accumulate perdite, dopo che la proprietà precedente di AC Milan si era resa inadempiente ai debiti. Da qui le evidenti conseguenze per cui “la sanzione odierna rappresenterà un ulteriore stimolo a massimizzare gli sforzi per rientrare nei parametri del FFP e allo stesso tempo consolidare la competitività del Club, riportando AC Milan in uno scenario di sostenibilità e di un futuro sempre più positivo”.
L’obiettivo, quindi, è quello di rientrare nei paletti imposti dalla Uefa nel giro di tre anni e nell’ ambiente rossonero si pongono il quesito: quindi Elliott resterà almeno per i prossimi tre anni nel capitale del club? Milan News.it, ipotizza che “se arrivasse, anche in un vicino futuro un compratore, si troverebbe di fronte a un piano a tre anni su cui misurarsi con regole certe e senza il rischio di potenziali multe ogni anno, come stava succedendo dall’arrivo di Elliott. Insomma, il Milan in questo modo ha semplificato i paletti per i prossimi tre anni e anche un potenziale compratore si potrebbe trovare un piano finanziario più semplice da pianificare.”

E allora via libera alla Roma che può brindare all’accesso diretto ai gironi, avendo più tempo per amalgamare il nuovo assetto societario che si profila, e anche più tempo all’ allenatore che troverà una squadra da ricostruire; e via libera al Toro di Mazzarri che potrà giocarsi le sue carte in Europa dopo 5 anni di assenza. Il Torino è inserito nell’urna (destinata alla Roma) che la vedrebbe opposta alla vincente tra Debrecen e Kukesi. Il Kukesi è una squadra albanese arrivata seconda nell’ultimo campionato, alle spalle del Partizani, mentre il Debrecen è tra le più titolate in Ungheria con 7 campionati vinti che ha partecipato anche ad una fase a girone della Champions League. Le due squadre scenderanno in campo l’11 e il 18 luglio per accedere al turno successivo e il Torino potrà iniziare la scalata in Europa, il 25 luglio allo Stadio Olimpico-Grande Torino per la gara d’andata e il 1° agosto per quella di ritorno.

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2109 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*