IL MISTERO ZUNIGA

Secondo il dottor De Nicola, Zuniga è completamente recuperato dal punto di vista medico, ma il Napoli pensa comunque di cederlo.

Il terzino del Napoli Juan Camilo Zuniga con la maglia della Colombia
Il terzino del Napoli Juan Camilo Zuniga con la maglia della Colombia

Il dottor Alfonso De Nicola, responsabile dello staff medico della SSC Napoli, è intervenuto ieri sera alla trasmissione “Ne Parliamo da Dimaro” andata in onda sull’emittente televisiva Canale 8 durante la quale ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni che aiutano a dipanare l’alone di mistero che ancora oggi aleggia sulla condizione fisica di Zuniga. Il noto sanitario napoletano è sembrato piuttosto ottimista. Ha affermato, infatti, che da un punto di vista medico il giocatore è recuperato e che le motivazioni saranno fondamentali per superare qualsiasi problema, come dimostrano le sue prestazioni in nazionale.

Se le cose stanno realmente così, ci si domanda perché il club di De Laurentiis dovrebbe spendere vagonate di milioni di euro per acquistare un laterale basso. Nessuno dei nomi accostati al Napoli finora, sembra essere superiore al colombiano che, volendo dar credito alle dichiarazioni del dottor de Nicola, è un giocatore che nel suo ruolo può fare la differenza. Soprattutto se avvertirà intorno a sè la fiducia dell’ambiente e del nuovo allenatore. Qualcuno potrà obiettare che l’ingaggio di 3,5 milioni è troppo alto. Certo, è una cifra da top player, ma trattenerlo a Napoli significherebbe risparmiare circa 12/13 milioni per l’acquisto del cartellino di un suo sostituto che, invece, potrebbero essere investiti per tentare di rinforzare la difesa con un fortissimo centrale.

A questo punto non resta che attendere il rientro dalle vacanze del calciatore e verificarne a fondo le condizioni fisiche. Se, come ci si augura, tutto dovesse essere ok, il Napoli farebbe bene a ponderare attentamente i pro e i contro, prima di privarsene con leggerezza.

Roberto Rey

 

Roberto Rey
Informazioni su Roberto Rey 788 Articoli
Vignettista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*