Il monito di De Laurentiis: “Non vi preoccupate, la porta sarà ben coperta”

Due settimane dividono il Napoli dall’inizio della nuova stagione e il presidente De Laurentiis, al termine del vertice in Prefettura per i lavori necessari allo stadio San Paolo, ha chiarito alcuni aspetti legati alle notizie che circolano da diverse settimane.

La telenovela portiere ancora non è stata risolta. Eppure da quasi un anno si era a conoscenza degli addii di Reina e Rafael a giugno oltre che dei mal di pancia di Sepe, forse giunti al termine in seguito ad un incremento d’ingaggio per un giocatore poco impiegato ma funzionale alla registrazione della rosa per la Champions in quanto prodotto del vivaio partenopeo.

Cosa sta aspettando il Napoli per ufficializzare il nuovo numero uno? “Non vi preoccupate, la porta sarà ben coperta. Molti hanno scritto che ero a Parigi per Areola, ero lì solo per una riunione per l’ECA. La scelta dipenderà da tutto il contesto. Non dipende solo dai nomi, da Meret, Areola o altri tre nomi che non posso fare, che girano” così il presidente ha risposto su quello che a tutti gli effetti è da considerarsi un ritardo. E’ pur vero che il Napoli ha acquistato Verdi e Fabiàn Ruiz, se lo spagnolo non dovesse avere ripensamenti naturalmente; il portiere, però, doveva essere la priorità. Probabilmente la grande incertezza della società azzurra verte su questo: acquistare un profilo giovane oppure di esperienza?

Altre parole, invece, De Laurentiis le ha spese per Hamsik e Sarri. Sulla eventuale partenza del capitano slovacco il presidente è stato chiaro: “Voglio 35 milioni, anche se tutti dicono 30. Mi hanno offerto 15 milioni, anzi nemmeno quelli, mi hanno offerto un giocatore che gioca in Cina, che per me ha dimenticato ormai come si gioca in Europa. Il massimo che posso fare è chiedere 30 milioni, e se non me li portano entro lunedì diventano 40”. Altri club ricevono dalla Cina offerte faraoniche per giocatori che non mostrano di valerle assolutamente, mentre Hamsik non meriterebbe cifre pari al suo valore. Lo slovacco come pochi sa giocare in verticale, non si spreca in passaggi in orizzontali più utili al possesso che alle realizzazioni e ha fiuto per il goal. La cifra richiesta da De Laurentiis è valida, anche perché qualche altro anno a buon livello Hamsik può garantirlo.

Su Sarri il discorso è stato aperto in merito ai rumours su Albiol: “Ma siete sicuri che Sarri possa andare al Chelsea? Vedremo, chi vivrà vedrà”. Da queste dichiarazioni la certezza, sostenuta allo sfinimento da Sportitalia, che il presidente libererà il tecnico di Figline Valdarno non è poi tanto scontata.

Il calciomercato purtroppo non è un bel gioco, soprattutto quando si palleggiano notizie non veritiere e funzionali ai giochetti dei procuratori. Manca ancora tanto a metà agosto, però per iniziare al meglio l’era Ancelotti sarebbe opportuno arrivare al 9 luglio con l’organico quasi del tutto definito.

Lorenzo Gaudiano

Lorenzo Gaudiano
Informazioni su Lorenzo Gaudiano 994 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*