Il Napoli diventa l’inseguitore, basta non mollare

Il Napoli rallenta.

Il pareggio del Meazza sembra indirizzare la stagione in maniera chiara, forse definitiva, ma la storia del calcio deve invitare tutti a pazientare e ad aspettare ancora un poco prima di emettere sentenze.

Mancano 10 gare alla fine della stagione e non si può lasciare il campo e non si devono tirare i remi in barca.

La gara con l’Inter non è stata la migliore della squadra azzurra in questo campionato. Molti errori, poca lucidità, voglia di fare ma poca determinazione nel momento opportuno. La squadra di Sarri ha tentato di portare a casa il risultato pieno, ma l’Inter non voleva e non poteva perdere e si è difesa per lunghi tratti con tutta la squadra dietro la linea della palla.

Complice, poi, un centrocampo che non ha girato come sempre, il Napoli ha prodotto meno del solito ed è stato capace di costruire solo due vere palle gol.

Non è, comunque, il momento di aprire processi sulle scelte effettuate durante la stagione. Gli azzurri sono incappati in un momento di poca brillantezza, accompagnato anche da episodi poco fortunati. La cosa potrebbe ripetersi per altre formazioni in questo finale di stagione dove la tensione, per i tanti impegni sostenuti, potrebbe incidere su qualche risultato e quindi rimettere le prime della classe in corsa sino alla fine.

Ora la squadra di Sarri è, però, chiamata a ripetersi. Hamsik e compagni dovrebbero realizzare sino a fine stagione un filotto di vittorie per tallonare l’avversaria, farle sentire il proprio fiato sul collo e sperare in qualche passo falso. Poi ci sarà il confronto diretto di Torino.

Da domani il Napoli dovrà pensare al prossimo impegno di campionato  smettendo di chiedersi chi è la più forte e perché lo sia. Fatturati, costi dei cartellini, monte ingaggi, abitudine a vincere sono argomenti da accantonare anche se l’informazione batterà su questi filoni per tentare di raccogliere qualche dichiarazione inaspettata.

Ci sarà ancora una sosta per le nazionali, subito dopo la gara interna con il Genoa, per il Napoli di Sarri, adesso, l’obiettivo è davvero vincerle tutte e poi andare a fare la conta finale.

Giovanni Gaudiano

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 688 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*