Il Napoli evita un’incredibile beffa. Ancelotti elogia i propri uomini

Il Napoli rimedia in extremis all’unico errore o quasi commesso nella partita contro la Roma.

Sarebbe stato difficile commentare una sconfitta, sarebbe stato immeritato un tale risultato e soprattutto sarebbe stato meglio non ascoltare le parole del tecnico giallorosso Di Francesco alla fine della partita.

Dove è finita la capacità di ammettere di essere stato baciato dalla fortuna? Dove è finita la dignità di esporre il proprio pensiero senza mentire a se stessi?

Il pareggio sta stretto, molto stretto al Napoli ed al contrario le parole equilibrate di Carlo Ancelotti una volta di più dimostrano come anche l’avversità possa essere compresa, valutata, analizzata valorizzando quanto di positivo comunque c’è stato.

Ancelotti ha dichiarato di essere orgoglioso della sua squadra che per applicazione, intensità e ricerca della soluzione attraverso un gioco evidentemente di caratura superiore a quello messo in campo dalla Roma ha mostrato quanto sia cresciuta la  squadra  da Dimaro ad oggi.

La Roma vista al San Paolo è sembrata una squadretta, incapace di confrontarsi col Napoli in qualunque settore del campo, costretta sulla difensiva e senza la forza di ripartire durante l’intero arco della partita.

Un errore, quindi, poteva costare troppo ad una squadra apparsa ancora una volta in crescita e capace di acquisire i miglioramenti visti nell’ultimo periodo.

Ora il tecnico avrà a disposizione qualche giorno in più per preparare il doppio impegno casalingo, prima in anticipo di venerdì con l’Empoli in campionato e poi martedì 6 contro il Psg all’attacco della qualificazione in

Champions.

Bisognerà ritrovare il miglior Insigne per la Champions ed è invece possibile che contro i toscani assisteremo all’ennesima formazione mandata in campo da Ancelotti, che dovrà dare riposo a qualcuno tra quelli che hanno giocato di più.

Giovanni Gaudiano

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*