Il Napoli fermato dal Sassuolo baciato dalla Fortuna, ma Milik torna a segnare

SASSUOLO   –   NAPOLI  2  2 

Di Francesco può baciare la Dea Bendata per lo scampato pericolo. Il Napoli non riesce nell’impresa e deve accontentarsi di un punto: il Sassuolo che nulla chiede più al campionato, ha, more solito, giocato la partita della vita condita da una buona dose di fortuna e l’internazionale Antonio Damato continua la storia infinita con il Napoli negando un netto rigore a Mertens atterrato in area da Dell’Orco al 20° del primo tempo. Una bellissima partita che lascia però l’amaro in bocca soprattutto a Mertens e Insigne che hanno centrato il palo, ma che fa sorridere Milik tornato al gol dopo l’infortunio di ottobre. La Roma può sorridere dopo il passo falso con l’Atalanta e nel posticipo con il Pescara può consolidare il secondo posto. Sarri ben conosceva l’insidia chiamata Sassuolo e temeva di poter perdere punti con una piccola che già nel girone d’andata aveva raggiunto il pareggio con Defrel : si è così affidato ai titolarissimi per battere un altro record stagionale per le vittorie in trasferta, ma il Napoli è sbattuto sui pali di Consigli e sull’umore di Damato. Ora mancano cinque partite al termine che dovrebbero essere affrontate con maggiore serenità che contro il Sassuolo non sempre s’è vista, anzi un eccesso di frenesia ha condizionato la precisione nell’ultimo passaggio.

Inizia la gara al Mapei Stadium con la Curva Nord tutt’azzurra e il primo sguardo dei tifosi va a Paolo Cannavaro che al termine della partita risulterà tra i migliori in campo a quasi 36 anni. Dopo 4 minuti il Napoli non ha ancora ingranato la marcia lasciando l’iniziativa all’aggressivo Sassuolo che va posizionando quasi una marcatura a uomo con Pellegrini su Hamsik e Sensi su Jorginho. Ma al 5° il Napoli si fa avanti e inizia il duetto Callejon-Insigne. All’8° primo svarione di Damato che non concede il corner al Napoli su tocco di Cannavaro che anticipa Mertens. Subito dopo Strinic sulla sinistra cerca Mertens che viene chiuso da Acerbi e, ancora su Strinic interviene Dell’Orco in angolo. Al 20° l’episodio che potrebbe cambiare la partita: Mertens entra in area in velocità e Dell’Orco che lo affianca, gli tocca la gamba d’appoggio. Per Damato è tutto regolare e si continua. Ora è il Napoli a chiudere il Sassuolo col solito palleggio e possesso palla e Duncan salva su conclusione ravvicinata di Mertens. Si propone allora Allan per Callejon che tende un cross teso per Mertens anticipato da Cannavaro. Al 30° Mertens taglia per Callejon con una frazione di secondo in ritardo; tenta Hamsik da posizione centrale e poi Insigne con la parata di Consigli. Al 35° Koulibaly perde palla e Berardi prova un gran tiro, ma un minuto dopo lo stesso Koulibaly si fa perdonare togliendo dal piede di Defrel una palla-gol. Si va al riposo sullo 0-0

Di Francesco manda in campo Matri e Mazzitelli al posto di Defrel e Pellegrini comprendendo che il Napoli può far male;  subito si propone Insigne che entra in area ma il pallone è bloccato da Consigli. Al 50° Hamsik riceve da Strinic e tira di poco fuori, ma un minuto dopo il Napoli trova il gol in contropiede: Hamsik lancia per Callejon, cross al centro per Mertens che di testa insacca. E’ l’1-0 che porta il Napoli al secondo (virtuale) posto. Al 58° il gran pasticcio di capitan Hamsik che regala il pareggio al Sassuolo: retropassaggio per Reina (nelle intenzioni) su cui si avventa Berardi. Una mazzata ma il Napoli reagisc e al 64° Mertens su splendida punizione, colpisce in pieno la traversa. Sarri manda in campo Zielinski per Allan: vuole vincere ma al 74° Insigne con una splendida conclusione trova il palo interno e la palla schizza fuori. Una beffa che si completa quando all’80° il Sassuolo raddoppia con il primo gol in serie A di Mazzitelli. Tutto nasce da un calcio di punizione: Cannavaro tira e Reina fa un miracolo respingendo; nulla può sul tiro diagonale di Mazzitelli. Il Sassuolo è in vantaggio e Sarri manda in campo Milik per Jorginho: due minuti e il polacco insacca da corner. Stop di petto, si coordina e infila Consigli. Sassuolo – Napoli 2 – 2. Gli ultimi minuti servono a Duncan per l’ennesimo  fallaccio su Insigne e servono a Cannavaro a sventare il possibile 3-2 con proteste dei napoletani per un presunto fallo di mano. Resta il pareggio e l’amarezza che il Sassuolo ha conquistato 4 punti dei sei possibili: come la Juventus.

FORMAZIONI

SASSUOLO : Consigli, Lirola, Cannavaro, Acerbi, Dell’Orco, Pellegrini ( 1° st Mazzitelli), Sensi, Duncan, Berardi ( 34° st Ricci), Defrel ( (1° st Matri), Ragusa.

NAPOLI : Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Strinc, Allan (24° st Zielinski), Jorginho (37° st Milik), Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne

AMMONITI : Mazzitelli, Sensi, Strinic

RETI : 51° Mertens, 58° Berardi, 80° Mazzitelli, 84° Milik

ARBITRO : Antonio Damato (Barletta)

Diana Miraglia

Diana Miraglia
Informazioni su Diana Miraglia 2060 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*