IL NAPOLI IN DANIMARCA PER LA SECONDA VOLTA

La formazione tipo del Napoli nella stagione 1966/67

Il precedente con una squadra danese risale al 1966 in Coppa delle Fiere. Il Napoli di Pesaola con in campo Sivori ed Altafini affrontò e batté sia all’andata che al ritorno l’Odense.

 

Omar Enrique Sivori con la maglia del Napoli
Omar Enrique Sivori con la maglia del Napoli

Rileggendo la storia del Napoli ci si accorge che in Europa gli azzurri hanno già incontrato una squadra danese.

La sfida c’è stata nella stagione 1966-67 in Coppa delle Fiere, come fu chiamata inizialmente la Coppa Uefa oggi Europa League, e vide il Napoli opposto nei sedicesimi all’Odense.

La cittadina danese è ancora oggi la terza per ordine di grandezza e la sua squadra milita nella massima serie (Superligaen) occupando nel campionato in corso dopo dodici giornate l’ottava posizione. Nel suo palmares figurano tre campionati danesi e cinque coppe di Danimarca.

Gli azzurri dell’epoca erano allenati dal “petisso” che seppe tenere la squadra fuori dalle questioni societarie. Il Napoli, infatti, iniziò la stagione con Roberto Fiore presidente ma “il comandante” Lauro fece ostruzionismo già in campagna acquisti impedendo l’arrivo di Gigi Meroni. Fiore si dimise ad ottobre e pur confermato a dicembre decise di lasciare l’incarico con la famosa lettera aperta ai tifosi con la quale comunicava l’impossibilità di lavorare per il bene della società. La stagione si concluderà con Gioacchino Lauro alla presidenza e Fiore emigrato alla Lazio.

Era comunque un bel Napoli quello messo in campo da Pesaola. Alla fine del campionato si classificherà al quarto posto a soli sei punti dalla Juventus campione d’Italia con il quarto attacco ed anche la quarta difesa della serie A.

In Coppa delle Fiere il Napoli si fermerà agli ottavi battuto dagli inglesi del Burnley. Il doppio confronto con l’Odense risultò vincente sia in trasferta (4-1) all’andata che al ritorno (2-1) al San Paolo.

La stampa dell’epoca parla di una grande prestazione della squadra e di Omar Sivori in particolare in Danimarca mentre rimprovera gli azzurri per la gara di ritorno affrontata con un pizzico di superficialità per il vantaggio acquisito in trasferta. I danesi, infatti, andarono in vantaggio dopo pochi minuti nel primo tempo e misero il Napoli in grande difficoltà. Gli azzurri seppero rimontare solo nei minuti finali. In sostanza all’atto del sorteggio la squadra danese fu definita, certamente per mancanza di notizie, come una formazione di dopolavoristi, ma nella realtà il calcio danese ha sempre saputo esprimere dei buoni valori anche se quel Napoli era nettamente superiore all’avversario.

Ecco come Pesaola schierò il Napoli nelle due gare ed i relativi marcatori che faranno fare a tutti i lettori un tuffo nel passato della squadra azzurra.

Andata

Odense – Stadio Idraetspark – Martedì 25 ottobre 1966

B 1909 Odense – Napoli  1-4

Napoli: Cuman, Adorni, Micelli, Stenti, Panzanato, Emoli, Canè, Juliano, Altafini, Sivori, Orlando.

All.: Bruno Pesaola

Marcatori: Sivori al 9’ ed al 21’, Haastrup al 48’, Altafini al 50’, Canè al 52’.

Ritorno

Napoli – Stadio San Paolo – Mercoledì 2 novembre 1966

Napoli – B 1909 Odense 2-1

Napoli: Cuman, Adorni, Micelli, Ronzon, Panzanato, Emoli, Orlando, Volpato, Altafini, Sivori, Braca.

All.: Bruno Pesaola

Marcatori: Haastrup all’8’, Braca all’84’, Adorni all’85’.

Giovanni Gaudiano

Giovanni Gaudiano
Informazioni su Giovanni Gaudiano 751 Articoli
Giornalista

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*